Crea sito

Take Me Out, un moderno gioco delle coppie

take me out
Gabriele Cupido Corsi a Take Me Out

Da alcuni giorni su Real Time è iniziato un nuovo programma, Take Me Out, condotto da Gabriele Corsi del Trio Medusa. Si tratta di una sorta di gioco delle coppie ai giorni nostri. Per chi come me è cresciuta guardando il gioco delle coppie, in cui una ragazza o un ragazzo doveva scegliere una persona tra 3 senza vederli ma solo in base alle risposte che davano alle sue domande, l’analogia viene spontanea, anche se questo nuovo programma è un po’ diverso.

Non c’è infatti una scelta al buio, ma le pretendenti ed il single vedono chi hanno davanti. In alcuni casi scatta il colpo di fulmine ed allora il gioco è fatto. In altri casi il single potrebbe non piacere a nessuno ed allora il gioco termina ed il single torna a casa da solo.

Ma vediamo bene come funziona questo moderno gioco delle coppie.

L’ascensore è occupato.
Il ragazzo è libero.
Single fatti vedere!

Al grido di “Se non vi piace, via la luce” si dà inizio al gioco. 30 ragazze single sono alla ricerca dell’uomo giusto. In ogni puntata 3 single (o 4 se per caso uno viene “spento” da tutte le ragazze) si presentano alle 30 ragazze per trovare la loro anima gemella (uno alla volta). Ogni single scende dall’ascensore e fa una sorta di passerella davanti alle 30 ragazze. Poi si avvicina al conduttore, Gabriele, e svela alle ragazze il suo nome e la città da cui proviene.

A questo punto le ragazze possono decidere se andare avanti con il gioco, per scoprire qualcosa in più sul single in questione, oppure ritirarsi perché sanno già che non è il loro tipo ideale. La prima impressione è quindi totalmente “fisica”. Le ragazze sono dietro ad una postazione e se vogliono ritirarsi devono soltanto “spegnere la luce“. Quelle che rimangono accese, vanno avanti.

Arriva il momento di conoscere un po’ meglio il single. Ogni ragazzo racconta qualcosa in più di sé con un video. E mentre il video va, se le ragazze vedono o sentono qualcosa che non le attrae, possono spegnere la luce. Una volta un single ha perso almeno una decina di ragazze perché ha detto che non beve, per non parlare di quelli che raccontano di vivere ancora con mamma!

Se ci sono ancora ragazze interessate ad uscire con lui, il single deve superare una terza prova prima di ottenere un appuntamento. Alcuni si esibiscono nella loro specialità (c’è chi ha preparato cocktail o chi semplicemente ha messo in mostra i muscoli). Altri invece fanno parlare un amico, un’amica o la mamma, che racconta qualcosa in più su di loro (in genere un difetto!). Anche in questo caso, le ragazze a cui non piace quello che sentono o vedono si possono spegnere.

Superata questa terza fase, se ci sono ancora ragazze con la postazione accesa, il single ha ottenuto un appuntamento. Ed a questo punto il gioco passa nelle sue mani. Tra tutte le ragazze accese (a volte sono 3 o 4, ma in alcuni casi sono state anche 11), ne deve scegliere solo 2. Poi ha la possibilità di fare la stessa domanda ad entrambe. E dopo aver sentito la risposta deve scegliere la ragazza con cui trascorrerà la serata nella “Take Me House“. Una semplice cena, in cui la coppia si potrà conoscere meglio per capire se è scoccata la scintilla o se non è il caso di andare avanti.

Noi in ogni puntata possiamo vedere come sono andati gli appuntamenti della puntata precedente e scoprire se c’è stato un “Like” o un “Unlike“. E la curiosità di sapere come è andato l’appuntamento è tanta!

Alla fine il programma è leggero, ma comunque molto divertente e simpatico. Un programma che ti lascia una sensazione di spensieratezza. E direi che ogni tanto ci vuole. Tra muscoli (tanti) e molta simpatia, il programma prosegue velocemente e non ci si annoia mai. Record per un ragazzo che si presenta dicendo di chiamarsi Justin, ma aggiungendo che in realtà quello non è il suo vero nome e Justin è il nome del suo idolo. E viene subito spento da tutte (Black Out alla prima fase!). Magari se si fosse presentato col suo vero nome avrebbe avuto qualche possibilità in più. Tra le ragazze da ricordare Greta, che dopo tante puntate è riuscita ad avere un appuntamento (ma non era proprio il ragazzo giusto!). E Patrizia, camionista di professione con la passione per la danza del ventre, che è riuscita a conquistare Gabriele con la sua simpatia.

Infine… due parole sul conduttore del programma, il moderno Cupido.

Gabriele (Lele) Corsi fa parte del Trio Medusa. Questa è la sua prima esperienza da conduttore in solitaria, senza i suoi storici compagni del Trio (Giorgio Daviddi e Furio Corsetti). Scelta azzeccata. Gabriele Corsi è perfetto nelle vesti di Cupido. Si vede che si diverte a condurre questo programma e ci trasmette il suo entusiasmo. E’ ironico (ed autoironico). Riesce a tenere la scena, in mezzo a tante belle ragazze e accanto a ragazzi pieni di muscoli alla ricerca dell’amore.

Che sia l’inizio di una nuova e grandiosa carriera come conduttore? Glielo auguro! Qualcuno lo ha paragonato a Paolo Bonolis per la sua “verve“, definendolo il nuovo Bonolis di Real Time. Un complimento che dimostra quanto la scelta di affidare a lui la conduzione di questo nuovo programma sia stata la scelta giusta. Con Take Me Out è riuscito a conquistarci. E gli auguro sinceramente che sia solo l’inizio di una serie di nuovi e grandiosi successi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.