Crea sito

Soldo di cacio, il libro su un bambino prematuro

soldo di cacio
Soldo di cacio

Silvia Mobili: Soldo di cacio

Soldo di cacio è un libro difficile da leggere. Non perché non sia scritto bene, ma perché è scritto talmente bene che ad ogni pagina ti immedesimi in quello che leggi anche se non hai provato la stessa esperienza, provi (per quanto sia possibile) quello che questa mamma ha passato durante la gravidanza e nei primi mesi dopo la nascita, e le lacrime scendono da sole.

Io non ho esperienza con bambini prematuri. La mia prima figlia è nata il giorno della data presunta del parto. La seconda è nata con 9 giorni di ritardo. Conosco Silvia Mobili perché la ascolto tutte le mattine su Radio Capital nel programma che conduce insieme a Betty Senatore, Ladies & Capital.

Avevo letto qualcosa della sua storia sul suo sito e da diverso tempo stavo pensando di comprare il libro per leggere tutta la storia. La storia di una mamma di un bambino nato a 27 settimane.

Grazie a tutti quelli che leggeranno la mia storia. E che proveranno emozioni. Vorrà dire che ho raggiunto il loro cuore. E dono più bello non c’è.

Queste le parole di Silvia Mobili nei ringraziamenti aggiunti alla fine del libro per la ristampa del libro stesso. Nel mio caso è proprio così. Il suo libro e la sua storia hanno raggiunto il mio cuore e mi hanno fatto provare emozioni. E quando si legge un libro, questo è l’aspetto più bello.

Soldo di cacio, il libro

Come ho scritto prima, Silvia Mobili in questo libro racconta la sua gravidanza e la nascita prematura del suo bambino. Una gravidanza non facile dall’inizio. I bambini erano due, ma uno Silvia lo ha perso all’inizio per una serie di complicazioni. E così è rimasto solo il piccolo Riccardo.

Silvia racconta la sua nascita prematura, i mesi trascorsi in TIN, la terapia intensiva neonatale. Settimane e mesi difficili. Silvia racconta la TIN dal suo punto di vista. Quello di una mamma che si è ritrovata a dover affrontare problemi a cui non aveva pensato. Una mamma che nonostante la paura e lo scoraggiamento è riuscita ad andare avanti e a dimostrarsi forte per il suo “soldo di cacio“.

Una storia finita bene. Una storia che dà un segno di speranza per tutti quei genitori che si ritrovano a dover affrontare una situazione del genere. Dopo aver raccontato la sua storia, Silvia Mobili ha anche raccolto le testimonianze di altri genitori di bambini prematuri. Tutte molto toccanti. Un libro da leggere.

2 Risposte a “Soldo di cacio, il libro su un bambino prematuro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.