Crea sito

La ricetta della pasta alla carbonara

La pasta alla carbonara
La pasta alla carbonara

Pasta alla carbonara

La pasta alla carbonara è una delle ricette italiane più famose. Ed allora perché non celebrarla con una giornata completamente dedicata a questa pasta così buona? Ecco quindi il Carbonara Day, che si celebra il 6 aprile. Giornata ideata e promossa, a partire dal 2017, dalle associazioni Aidepi (Industrie del Dolce e della Pasta Italiane) e Ipo (International Pasta Organisation).

Ed allora celebriamo anche noi questa giornata speciale. Una ricetta che piace tanto anche a Figlia Uno e Figlia Due. Tutti d’accordo! Al grido di #CarbonaraDay, postate sui social le foto delle vostre carbonare!

Per chi non sapesse come si prepara. Vi scrivo la ricetta. Rigorosamente con il guanciale (non la pancetta) ed il pecorino (non il parmigiano)!

La ricetta

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 gr di pasta (200 gr se volete un piatto più sostanzioso)
  • 2 tuorli d’uovo (in alternativa si può aggiungere un altro uovo intero)
  • 80 gr di guanciale (o anche 100 gr per un piatto più ricco)
  • pecorino
  • pepe
  • sale

Procedimento

In una ciotola sbattere i 2 tuorli con sale, pepe e pecorino. Nel frattempo mettere a rosolare in un padellino il guanciale tagliato a listarelle, senza olio. Il guanciale è abbastanza grasso da solo e non ha bisogno di altri grassi per soffriggere. Quando diventerà dorato e croccante, mettere il guanciale in un piatto.

Cuocere la pasta, scolandola al dente. Versare la pasta nella ciotola con l’uovo e aggiungere il guanciale caldo. Se risultasse troppo asciutta, aggiungere un po’ di acqua di cottura. Mescolare bene tutto (la pasta calda farà in modo che le uova si rapprendano un po’ formando una gustosa cremina).

Servire la pasta, aggiungendo una bella spolverata di pecorino.

Storia della carbonara

La carbonara è un piatto tipico della cucina romana e laziale, anche se le sue origini sono incerte.

Secondo una teoria, questo piatto sarebbe stato inventato dai “carbonari“, che lo preparavano utilizzando ingredienti facilmente reperibili nella zona. I carbonai, infatti, per realizzare la carbonella, dovevano sorvegliare la carbonaia a lungo e quindi dovevano avere viveri facilmente reperibili e che si conservassero. La carbonara sarebbe nata quindi come evoluzione del piatto “cacio e ova” di origine laziale ed abruzzese.

Il piatto viene citato per la prima volta dopo la liberazione di Roma del 1944. Secondo un’altra teoria sarebbe stato ideato dai soldati americani, che, durante la Seconda Guerra Mondiale, in Italia, cucinavano gli ingredienti a loro più familiari che riuscivano a reperire (uova, bacon e spaghetti). Secondo alcune versioni, sarebbe invece nata a Napoli, sempre per opera dei soldati americani.

Qualunque sia l’origine, la carbonara è sicuramente uno dei piatti più buoni della nostra cucina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.