Crea sito

Mamme che giudicano le altre mamme, sempre e comunque

mamma che giudica
Mamma che giudica

Solidarietà tra mamme? Questa sconosciuta! Mi è già capitato di parlare di questo argomento, ma non ne ho mai abbastanza. E ogni anno ritorna… Sinceramente ancora mi stupisco leggendo come molte mamme siano (quasi) sempre pronte a criticare le altre che non fanno le loro stesse scelte in gravidanza o con i bambini.

Chi allatta al seno critica chi sceglie di dare il biberon o smette di allattare troppo presto, considerandole delle “scellerate“. Chi dà il latte artificiale critica le mamme che scelgono di allattare anche dopo l’anno, perché la loro sarebbe una scelta “morbosa“, che non serve alla crescita del bambino.

L’intolleranza delle mamme

Chi fa il parto naturale considera delle “pazze” quelle donne che scelgono di fare il parto cesareo. Chi fa il cesareo per scelta non ci pensa nemmeno a prendere in considerazione il naturale. Chi manda i figli al nido viene criticata perché così piccoli i bambini devono stare a casa. Chi non li manda viene criticata  perché i bambini non imparano a socializzare.

Chi li lascia con i nonni viene criticata perché i bambini cresceranno viziati. Chi li lascia con la baby-sitter è lo stesso criticata perché i bambini devono stare con persone di famiglia e non con gli estranei.

Non ci sono scelte giuste o sbagliate. Qualsiasi sia la scelta che si fa, pensando che quello sia il bene per il proprio bambino, c’è sempre qualcuno pronto a criticare perché non ha fatto la stessa scelta. Mamme che  spesso giudicano senza conoscere. Mamme che si presentano come portatrici di una verità assoluta e chiunque non fa le stesse cose sbaglia.

Non si può semplicemente cercare di rispettare le scelte altrui, anche se non si condividono? Chissà… magari con questi miei pensieri anch’io sto facendo la stessa cosa e mi ritrovo a criticare chi critica. Forse dovrei semplicemente lasciarle criticare per uscire da questo circolo vizioso? Però mi piacerebbe leggere più solidarietà e rispetto tra mamme e meno attacchi personali verso chi la persa diversamente. Perché anche se non facciamo le stesse scelte per i nostri bambini, alla fine siamo tutte uguali. E tutte mosse dall’idea di voler fare il meglio per i nostri figli. Solo che il “meglio” non è per tutti lo stesso.

Sulla pagina dell’Ostetrica Sara Notarantonio ho letto un pensiero che esprime perfettamente questo argomento:

Se allatti a richiesta non dai regole, se allatti a orari non segui il ciclo naturale. Se allatti per breve tempo non ti curi della salute dei tuoi bambini, se li allatti a lungo non vuoi farli crescere.

Se li fai dormire nel lettone non impareranno a essere autonomi, se li metti subito nella cameretta togli il contatto con la mamma.

Se torni a lavorare presto sei una mamma degenere, se non torni a lavorare sei una mantenuta.

Se li mandi al nido abbandoni i tuoi figli, se non li mandi vuoi che restino attaccati alla tua gonna.

Care mamme, smettete pure di guardavi dall’alto in basso.

Una regola sola, conta: amateli follemente.
Tutto il resto sono pippe.

Una risposta a “Mamme che giudicano le altre mamme, sempre e comunque”

  1. Concordo pienamente con te e vivo queste cose quotidianamente! Hai reso molto bene l’idea! Da quando scrivo un blog (per di più ironico) sul dietro alle quinte della gravidanza e dell’essere mamma, ne sento e ne leggo di ogni!!! Ho scritto anche io un articolo a riguardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.