Crea sito

La sicurezza dei bambini in auto

bambina sul seggiolino
Bambina sul seggiolino

Io sono una di quelle mamme che pensano sia fondamentale utilizzare i seggiolini auto per i bambini. La sicurezza prima di tutto. Ci sono bambini che magari fanno storie per stare fermi sul seggiolino e piangono e strepitano, ma portarli in braccio può essere molto pericoloso.

Sono cresciuta senza il seggiolino auto… una volta si faceva così. Mia mamma mi teneva in braccio davanti. Ma ora sappiamo quanto può essere pericoloso un comportamento del genere. Noi possiamo essere prudenti quanto volete con l’auto, ma non sappiamo come sono le altre persone. Ed una frenata improvvisa, un tamponamento possono essere inevitabili a volte. Allora perché mettere a rischio la vita dei nostri bambini?

Ho visto mamme tenere i bambini in braccio, nel sedile davanti del passeggero, mentre magari erano anche al telefono o fumavano. Mia mamma si è fatta dare un passaggio con la mia bambina di poco più di un anno per tornare a casa dal nido. Inutile dire che mi sono arrabbiata, sia con lei che con chi le ha dato il passaggio. Mi sono sentita rispondere che la mia reazione era esagerata perché che problema c’è a percorrere solo pochi metri in auto senza il seggiolino. Mi sono anche sentita rispondere da altre mamme che prendevano le loro difese che erano le prime a non mettere i bambini sui seggiolini per non farli piangere. Mi sono sentita rispondere che si era messa sul sedile posteriore, non su quello anteriore (come se bastasse per essere al sicuro in caso di incidente!). Atteggiamenti che mi fanno imbestialire. Lo vuoi fare con tuo figlio? Non lo condivido, ma non posso impedirtelo. Ma con mia figlia non lo fai!

Come scegliere il seggiolino auto per i bambini

In questi giorni leggevo delle informazioni interessanti sulla fanpage Polizia stradale passione e tradizione su Facebook. Informazioni che è sempre utile far circolare. Giusto per capire il pericolo che si corre non mettendo un bambino sul seggiolino in auto:

Un bambino di 15 Kg lasciato slegato in un’auto che viaggia a 30 Km all’ora e che di colpo inchioda o viene tamponata, sbatte contro sedile, cruscotto o portiera con la stessa violenza che se cadesse dal primo piano di una casa. Chi non lega un bambino è un irresponsabile. Meglio un figlio che urla e strepita perché è vivo anche se legato, che uno muto e morto perché ha sfondato il parabrezza. Tenere in braccio non serve a nulla, e peggio ancora sono quelli che tengono in braccio sui sedili anteriori i bambini: gli airbag si aprono con una collisione a 30 km /h e sviluppano una potenza tale da spappolare torace e ossa facciali di un bambino. E’ inutile preoccuparsi se il figlio non mangia tutto quello che ha nel piatto o non ha la sciarpa in inverno se poi chi dovrebbe tutelarlo e preservarne la vita attenta alla sua incolumità con la scusa che “tanto le cose brutte capitano solo agli altri”. Non legare i figli in auto è illegale, criminale, irresponsabile e sintomo di ridotta intelligenza.

Il Codice della Strada prevede che i bambini di altezza inferiore a 1,50 metri debbano essere agganciati a un sistema di ritenuta omologato, adatto al loro peso e alla loro statura. Ed esistono 5 gruppi di dispositivi su cui trasportare i bambini in macchina. Ecco tutte le informazioni utili da sapere:

Gruppo 0 (navicella): per bambini da 0 a 10 kg (da 0 a 9 mesi circa). Lettini che permettono al neonato di viaggiare sdraiato. Le navicelle sono il sistema di trasporto più idoneo per il trasporto dei neonati. Si tratta di un vero e proprio lettino dove il bebè può stare sdraiato in tutta comodità e sicurezza. Infatti durante i primi mesi i piccoli non hanno sviluppato sufficientemente la muscolatura del collo, ed è quindi più sicuro trasportarli in posizione orizzontale. Queste navicelle devono essere fissate all’auto con appositi kit d’installazione omologati, senza i quali la navicella non può essere usata in auto. Le navicelle delle carrozzine non predisposte al trasporto in auto, non possono essere utilizzate a questo scopo.

Gruppo 0+ (ovetto): per bambini da 0 a 13 kg (da 0 a 15 mesi circa) Lettini analoghi ai precedenti con una maggior protezione alla testa e alle gambe. I seggiolini del Gruppo 0+ devono essere installati in posizione contraria al senso di marcia perché in questo modo è garantita una maggiore protezione del collo dei piccoli passeggeri che non sono ancora in grado di sostenere la testa e inoltre è richiesta la disattivazione dell’airgab, qualora il posto passeggero ne fosse dotato. I seggiolini Gruppo 0+ dispongono di cinture incorporate per la ritenuta del bambino, che vanno sempre allacciate, anche in caso di brevi tragitti.

Gruppo 0+/1: Se si utilizza un seggiolino appartenente al Gruppo 0+/1 i bambini dalla nascita fino al raggiungimento di 9 kg, devono obbligatoriamente viaggiare nel senso contrario a quello di marcia. Tra i 9 e i 13 kg si può decidere se mantenere la poltroncina contro il senso di marcia o orientarla fronte strada, secondo le preferenze del bambino e dei genitori, anche se è consigliabile, da un punto di vista della sicurezza, mantenere la posizione contraria al senso di marcia fino al raggiungimento dei 13 kg di peso. Successivamente, il seggiolino deve essere girato verso il senso di marcia. I seggiolini Gruppo 0+/1 dispongono di cinture incorporate per la ritenuta del bambino, che vanno sempre allacciate, anche in caso di brevi tragitti.

Gruppo 1: I bambini da 9 a 18 kg che utilizzano un seggiolino Gruppo 1, devono viaggiare obbligatoriamente in senso di marcia. Anche i seggiolini Gruppo 1 dispongono, di cinture incorporate per la ritenuta del bambino. Vanno sempre allacciate.

Gruppo 2/3: I seggiolini Gruppo 2-3 coprono un utilizzo da 15 a 36 kg. Si dividono in diverse categorie: seggiolini con schienale rigido, cuscini-rialzo, seggiolini con schienale staccabile che si trasformano in cuscini-rialzo (si consiglia di preferire i rialzi dotati di schienale e poggiatesta perché assicurano maggior protezione laterale e facilitano il passaggio corretto della cintura dell’auto). Quando il bambino raggiunge l’altezza di 1,50 m, non dovrà più utilizzare il seggiolino perché la sua altezza permette il passaggio corretto della cintura di sicurezza per gli adulti.

Il posto più sicuro per i bambini è il sedile centrale posteriore (il posto più protetto in caso di urto sia frontale che laterale. Sul sedile anteriore i bambini non possono essere trasportati in seggiolini posizionati in posizione contraria al senso di marcia se è attivato l’air-bag. Se i bambini non vengono trasportati su questi dispositivi di sicurezza si rischiano multe da 81 a 326 €.

La sicurezza dei bambini viene prima di tutto. Sempre e comunque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.