Crea sito

La porta delle fate o degli elfi: un po’ di magia per i bambini

Come fare porta delle fate o degli elfi
Come fare porta delle fate o degli elfi

Porta delle fate o degli elfi

In questo periodo si torna a parlare della porta degli elfi, una variante della porta delle fate. Ho visto la prima foto della porta degli Elfi su un gruppo di mamme alcuni anni fa. Ed ogni anno, nelle vicinanze di Natale, se ne riparla sui social. Si possono trovare foto di porte realizzate da mamme a cui è piaciuta l’idea ed hanno pensato di realizzarla per i loro figli. Oppure foto di porte acquistate già pronte.

Si tratta di una porticina, che si può realizzare con il materiale che si preferisce (legno, compensato, cartoncino, polistirolo, creta, pongo e qualsiasi altro materiale vi venga in mente) in questo periodo di Natale. Una porta che mette in comunicazione la nostra casa con il regno degli elfi di Babbo Natale. Una porta che gli elfi utilizzano per controllare che i bambini si comportino bene, in modo che Babbo Natale potrà portar loro il giusto regalo per le feste. Ovviamente gli elfi escono soltanto quando nessuno li può vedere. A volte lasciano qualche impronta davanti alla loro porta (segno del loro passaggio) o possono lasciare anche caramelle o dolcetti per i bambini più buoni.

Storia della porta delle fate (o degli elfi)

Le porte degli elfi sono una variante delle porte delle fate. Queste ultime sono apparse per la prima volta negli Stati Uniti, nel 1993, nella cittadina di Ann Arbor, sul battiscopa di Jonathan e Kathleen Wright. E’ stato proprio Jonathan Wright ad inventarle per le loro figlie, per regalare alle bambine un’occasione in più per sognare ogni volta che sarebbero passate accanto ad una di queste porte. Da allora il successo delle porte delle fate è aumentato notevolmente e si sono diffuse in tutto il mondo.

Le porte delle fate ci mettono in comunicazione con un mondo fatto di fantasia ed immaginazione. Grazie a queste i bambini possono dar spazio alla loro fantasia e possono anche lasciare pensieri o piccoli regali per le fate. Hanno anche un’importanza educativa: vengono infatti considerate con una sorta di “porto sicuro“, un luogo dove i bambini si possono rifugiare quando c’è qualcosa che non va o hanno qualche problema, per ritrovare la tranquillità. Un modo “magico” per permettere ai bambini come imparare a gestire le loro emozioni.

Tutorial

Su internet si possono trovare anche molti video tutorial. Eccone uno veramente molto carino:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.