Crea sito

La leggenda della zucca di Halloween

La Zucca di Halloween
La Zucca di Halloween

Zucca di Halloween, la leggenda

La zucca è uno dei simboli principali della festa di Halloween. Si dovrebbe intagliare per darle un aspetto più spaventoso. In America lo fanno praticamente sempre. Poi all’interno delle zucche vengono messe delle candele accese… tutto per rendere l’atmosfera ancora più stregata.

In realtà dietro la tradizione di intagliare le zucche c’è una leggenda precisa. Si tratta di una leggenda di origine irlandese. Mi è capitato per caso di leggere questa storia e penso che sia molto carina. Soprattutto adatta anche alla festa di Halloween.

Halloween e le sue tradizioni

Ecco allora la leggenda della zucca di Halloween! E’ la storia di un “Ne’er-do-well” (“non ne combino una giusta”) chiamato Stingy Jack.

Jack era un fabbro dedito all’alcol e al gioco d’azzardo. Una sera di Halloween, dopo l’ennesima sbronza, il Diavolo si presentò davanti a lui per impossessarsi della sua anima da peccatore. Jack chiese al Diavolo di poter bere l’ultimo bicchiere. Ottenuto il permesso, Jack si lamentò del fatto che non aveva i soldi per pagare la consumazione e chiese al Diavolo di trasformarsi in una moneta da 6 pence per permettergli di esaudire il loro ultimo desiderio. Il Diavolo accettò e si trasformò in una moneta. Jack allora prese la moneta e la mise nel portafoglio, che aveva una croce ricamata sopra ed impediva al Diavolo di uscire. Per riottenere la libertà il Diavolo accettò di concedere a Jack un altro anno di vita, prima di impossessarsi della sua anima.

La notte di Halloween dell’anno successivo, il Diavolo si presentò di nuovo da Jack. Questa volta Jack gli propose una scommessa: non sarebbe più riuscito a scendere da un albero. Il Diavolo sorrise ed accettò. Poi salì sopra un albero lì vicino. Jack incise sulla corteccia dell’albero una croce, impedendo al Diavolo di scendere.

I tramezzini di Halloween

Jack propose al Diavolo un patto: avrebbe cancellato la croce, se il Diavolo avesse accettato di non cercare più di prendere la sua anima. Il Diavolo accettò. Dopo circa un anno Jack morì. Si presentò in Paradiso, ma gli fu vietato di entrare perché aveva condotto una vita dissoluta e dedita al peccato. Allora si presentò all’Inferno, per chiedere di entrare. Ma il Diavolo, ancora offeso per essere stato raggirato, non gli permise di entrare. Jack era quindi destinato a rimanere nel limbo.

Il Diavolo gli regalò comunque un tizzone che gli illuminasse la strada nel limbo oscuro. Jack pensò a come far durare più a lungo quella luce e la mise in una rapa svuotata, creando una sorta di lanterna. Da allora nelle notti di Halloween si può vedere la fiammella di Jack che vaga alla ricerca della sua strada.

Nella leggenda si parla di una rapa, ma gli irlandesi emigrati in America la sostituirono con la zucca. La zucca intagliata ed illuminata è diventata il simbolo delle anime dannate in cerca di riposo. E viene esposta davanti alla porta di casa per tenere lontani Jack e tutte le anime dannate nella notte di Halloween.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.