Crea sito

La catena di S.Antonio dei libri per bambini

Libri per bambini
Libri per bambini

Da alcuni giorni gira su Facebook una richiesta particolare (l’ho visto sulla bacheca di diverse mie amiche e su gruppi dedicati alle mamme):

Amiche mamme, nonne e zie sto partecipando ad uno scambio di libri per il mio bimbo.
Sto cercando 6 mamme o future mamme, nonne o zie che hanno voglia di essere coinvolte.
Lo scambio consiste nell’inviare 1 libro a un bambino e il vostro bimbo ne riceverà 36.
Secondo me è bellissimo ricevere libri che altre mamme hanno scelto per il nostro piccolo.
Chi vuole partecipare?
Non conta l’età del vostro bimbo, non vi preoccupate, riceverà libri adatti a lui!
Conta il crederci e l’essere corrette
Se volete partecipare vi scriverò e vi spiegherò le regole.

Non ho risposto a nessuna di queste richieste e quindi non so le regole precise. Però mi ha ricordato tanto una catena di S.Antonio che girava quando ero piccola. La catena di S.Antonio prevedeva di ricevere un preciso numero di cartoline da tutto il mondo. Per averle bisognava scrivere il proprio indirizzo in fondo ad una lista di indirizzi e poi mandare una cartolina al primo indirizzo della lista (che poi andava cancellato). Quella lista doveva essere mandata ad una decina di persone che avrebbero dovuto fare la stessa cosa. Avevo partecipato anche io (ero piccola!), ma non ho mai ricevuto una cartolina… il mio indirizzo non è mai arrivato in cima alla lista.

Presuppongo quindi che anche questa iniziativa che ora circola sul web si svolga in qualche modo simile. Ogni mamma che partecipa deve inviare un libro e poi deve coinvolgere nell’iniziativa altre 6 mamme. Una moderna catena di S.Antonio.

C’è anche chi partecipa sostenendo che non importa se non riuscirà a ricevere tutti i 36 libri che vengono promessi dalla descrizione dell’iniziativa (che poi si chiama “Book Exchange“). Basta pensare di aver regalato un libro ad un bambino e poi se si riceverà qualche libro allora benvenga. Altrimenti non c’è problema.

Secondo me il problema alla base è che si promette che inviando “1 libro a un bambino il vostro bimbo ne riceverà 36“. Ma per riuscire a ricevere 36 libri tutte le mamme coinvolte nell’iniziativa dovrebbero partecipare. Ed il numero di mamme dovrebbe essere veramente numeroso perché l’iniziativa abbia successo. Ed è veramente una possibilità molto remota.

Le catene di S.Antonio non funzionano a meno che un numero di popolazione altissima (tanto alta quanto improbabile) aderisca all’iniziativa.

Leggevo su un gruppo di una mamma che raccontava di aver partecipato e di aver ricevuto 2 libri. Quindi l’iniziativa aveva funzionato. Ma 2 libri non sono 36. Alla fine se lo faccio per il semplice gusto di regalare un libro a qualcuno, posso comprarlo e donarlo al nido per i bambini. Almeno sono sicura che sarà veramente apprezzato!

Che ne pensate?

Aggiornamento

Sono riuscita ad avere il “regolamento” di questo scambio di libri (che poi non si capisce perché debba essere segreto!)

Benvenuto al Book Exchange per bambini!
Ecco come funziona
1) Spedisci 1 libro nuovo al bambino numero #1 della lista.
2) Elimina il bambino numero #1 e metti in prima posizione il numero #2
3) Inserisci al numero #2 il nome del tuo bambino, indicando la sua età
4) Copia sulla tua pagina facebook il mio invito, e poi invia il regolamento in privato ad almeno 6 MAMME (o nonne, o maestre!) che hanno deciso di partecipare.!
Ti prego di comunicarmi se non riesci a completare questo gioco o se cambi idea entro 1 settimana, dal momento che non sarebbe corretto far aspettare troppo a lungo i bambini che hanno deciso di partecipare. Puoi acquistare il libro in un negozio e spedirlo tu stessa, oppure per risparmiare tempo, ordinarlo online e farlo spedire direttamente al tuo piccolo lettore adottivo Presto il tuo bimbo dovrebbe ricevere 36 libri.

Giusto qualche riflessione…

Leggendolo così sempre più semplice di quanto si possa immaginare. Non è la solita catena con centinaia di nomi nella lista (in cui è praticamente impossibile che ti arrivi qualcosa a casa). In fondo basta che le 36 persone scelte dai tuoi 6 amici che coinvolgi nel gioco partecipino veramente e tu riceverai i libri a casa. Devi solo fidarti degli amici dei tuoi amici!

L’esperto matematico mi ha comunque detto che la crescita esponenziale è talmente tanta che dopo i primi giri riuscire a trovare 6 persone che vogliano partecipare al gioco non sarà così semplice e quindi la catena inevitabilmente si interromperà.

A me poi l’idea di mandare il mio indirizzo a persone che non conosco (anche se in teoria sono amici di amici) non mi ispira molto. Quindi comunque non parteciperò!

13 Risposte a “La catena di S.Antonio dei libri per bambini”

  1. Penso di aver letto tanta di quella retorica su questo argomento da farmi venire il latte alle ginocchia.”stupenda iniziativa” “lo faccio per donare la gioia a un bambino di ricevere un dono” “nasceranno nuove amicizie”.
    Lo fate perché sperate che vostro figlio riceva il più possibile libri gratis. Punto e basta. Io lo stavo per fare solo per quello, ma mi dá troppo fastidio far girare a caso il mio indirizzo e ho rinunciato. Ah ma “tu non hai fiducia nel genere umano”.

    1. Perfettamente d’accordo con te. Tutto il buonismo che ho letto in giro mi sembra solo molto retorico. Ed anch’io non ho partecipato per non far girare il mio indirizzo

  2. Noi abbiamo spedito un libro, e ne abbiamo ricevuti due. Finisse anche così alla faccia della retorica e di tutte le cattiverie scritte, abbiamo donato un libro ad una bambina, e in cambio abbiamo ricevuto un libro a testa per i nostri figli.
    So bene cos’è una catena di Sant’Antonio, qui al massimo si regala un libro ad un bambino senza riceverne nemmeno uno. Sai che disastro.

    1. Mi fa piacere che tu sia contento così. Io preferisco comunque evitare queste catene (perché sempre di una catena di S.Antonio si tratta). Se ho voglia di regalare un libro ad un bambino, lo posso fare lo stesso in altri modi 😉

      1. Sì ma c’è una bella differenza tra esprimere un opinione e pubblicare un post in cui si denigra qualcosa senza nemmeno sapere se e come funziona realmente.
        Non perchè sia una catena di Sant’Antonio significa che sia per forza il male, e questa ne è la prova provata.

        Nel frattempo è arrivato il terzo libro a casa oggi..

        1. Mi fa piacere che continui a ricevere libri. Nel mio blog parlo di quello che mi circonda. E dato che sono giorni che la mia bacheca su Facebook è piena di mamme che pubblicano questa catena, ho semplicemente voluto esprimere il mio parere (che poi non mi pare di averla denigrata così tanto). Tu hai partecipato e non sei d’accordo con me, va benissimo. Ognuno ha le sue idee ed è libero di esprimerle. Non ho detto che è il male, ma semplicemente che io non credo a queste cose. E che preferisco regalare i libri in altri modi. C’è gente che la ritiene una bella iniziativa e partecipa, bene. Nessuno ve lo vieta. Se vi fa piacere siete liberissimi di farlo. Per funzionare veramente devi ancora ricevere 33 libri comunque. Il discorso “anche se non li riceverò non importa” è tutta un’altra storia. Quindi, fammelo sapere quando ti saranno arrivati gli altri 33 libri e lo scriverò volentieri nel post!

          1. compleatemente d’accordo con kirasworld
            non ho percepito nessuna denigrazione, e poi scusate…ma la libertà di opinione?

          2. Per funzionare non devo ricevere 33 libri, per funzionare a me basta sapere di aver regalato un libro ad un bambino e di averne ricevuto uno per il mio. E’ ben diverso la concezione che abbiamo della cosa.
            E’ se per una volta viene fatto qualcosa in senso positivo che dovrebbe avvicinare viene considerato come una cosa negativa, come “dare il mio indirizzo di casa a sconosciuto” mi sembra che si sia travisato completamente il senso di questa iniziativa.
            Nel frattempo i libri son 5, ma cambia poco, la felicità della sorpresa di un solo libro ricevuto e aperto da mio figlio ha ben ripagato di aver dato il mio indirizzo a sei sconosciuti.

          3. Va bene, Alberto, abbiamo una diversa concezione della cosa. Se mi si dice “regala un libro a un bambino e ne riceverai 36”, per me vuol dire che se non ne ricevo 36 la catena non ha funzionato completamente. Per te, funziona lo stesso. Perfetto così. E infatti tu hai partecipato e sei felice. Io non ho partecipato e sono felice lo stesso 😉

  3. Ciao gente, mi servono almeno 6 persone di ogni età per partecipare ad uno scambio di soldi! Ne varrà la pena. Potete trovarvi in qualsiasi parte del mondo, più lontano arriviamo e meglio è! Dovete solo prendere 1 euro dal vostro portafoglio ed inviarlo a una persona, ne riceverete approssimativamente 36. Fatemi sapere se siete interessati con un “mi piace ” e vi invierò i dettagli!

    USATE IL CERVELLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.