Crea sito

Il mio primo anno di nuoto

Un anno di nuoto
Un anno di nuoto

Il mio primo anno di nuoto

Sono arrivata al primo anno di nuoto in piscina. Ho iniziato un anno fa e non sapevo fare nulla. E dopo un anno posso dire che i risultati sono molto soddisfacenti. Io sono molto soddisfatta. In questo primo anno ho imparato veramente tante cose. Cose che non pensavo che avrei mai fatto.

Da piccola non ho mai fatto nuoto. E così non ho mai imparato a nuotare.

In questi giorni ho visto il mio primo istruttore di nuoto che faceva una lezione privata a una signora. E mi sono rivista com’ero io, esattamente un anno fa. Quando ho iniziato nello stesso modo con lui e non sapevo nemmeno stare a galla. Ho imparato tantissimo in 2 mesi di lezioni private con lui. E poi ho continuato anche con altri istruttori col corso regolare di nuoto. E ognuno di loro, a modo suo, mi ha aiutata a superare i miei timori ed i miei limiti. Devo imparare ancora tanto, ma se ripenso a quando ho iniziato, il 25 marzo 2017, non posso che essere soddisfatta di tutto quello che mi hanno insegnato

Obiettivi raggiunti e da raggiungere

Dopo un anno so stare a galla. E ho provato tutti gli stili di nuoto: dorso, stile, rana e delfino. Non tutti mi vengono bene (qualcuno di più, qualcuno di meno), ma almeno a modo mio riesco a farli. Anche se non sono perfetti, per me è una vera soddisfazione.

Non pensavo che il nuoto mi avrebbe dato tutta questa soddisfazione. E nemmeno che mi sarebbe piaciuto così tanto praticarlo. Ho iniziato intenzionata ad imparare a stare a galla e a nuotare almeno un po’.

Ma più andavo alle mie lezioni private e più mi appassionavo. Ho scoperto che il nuoto mi rilassa. Ho iniziato facendo una lezione a settimana. Poi, col corso, sono passata a 2 lezioni a settimana. Ora ci vado 4 volte a settimana, perché seguo anche il corso di acquafitness.

E vi assicuro che per una “pigra” come me, è veramente un successo. Forse dovevo solo trovare la giusta attività. L’ultima volta che avevo fatto un abbonamento annuale in palestra (e parlo dei tempi in cui andavo all’università), dopo 4 o 5 mesi mi sono stufata. Le lezioni non mi appassionavano. Mi ero lasciata convincere a fare l’abbonamento annuale e alla fine ho regalato alla palestra più della metà del mio abbonamento. Visto che non ci sono più andata. E ancora mi mandano sms per propormi offerte speciali.

Invece con la piscina ho scoperto un mondo tutto nuovo. Un mondo che mi ha conquistata. Ed ho conosciuto anche tantissime persone ed istruttori che hanno capito i miei timori e mi hanno aiutato a superarli.

L’obiettivo di questo secondo anno? Potenziare le gambe! Perché se devo fare una vasca solo con le gambe, sono veramente troppo lenta. Ma pensando a come stavo un anno fa, non mi posso lamentare!

#nonèmaitroppotardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.