Crea sito

Grey’s Anatomy 12×22: Mama Tried

mama tried
Mama Tried

Mama Tried: Grey’s Anatomy 12×22

Mama Tried, una puntata diversa dal solito. Non ambientata in ospedale, ma in un’aula di tribunale. Tutta la puntata, infatti, gira intorno alla causa per l’affidamento esclusivo di Sofia tra Callie ed Arizona. Callie aveva intenzione di trasferirsi a New York insieme a Penny e a Sofia. Ma la decisione non è piaciuta ad Arizona, che ha deciso di rivolgersi ad un avvocato.

E dopo aver cercato di trovare un accordo (come visite programmate nei weekend, vacanze da scuola e via dicendo), non essendo riuscite a trovare una soluzione che soddisfi entrambe le mamme, l’unica soluzione è andare davanti al giudice.

Il primo giorno Callie accompagna Sofia a casa di Meredith. Maggie si occuperà di lei durante la giornata. E Callie la saluta come se fosse l’ultima volta che la vede. Non vuole lasciarla andare perché teme di perderla. Callie ha proprio Meredith come testimone a favore, mentre Arizona ha Richard. Molti dei loro colleghi si alternano comunque davanti al giudice per testimoniare e gli avvocati sono pronti a tutto.

Nel frattempo in ospedale arriva la ragazza di 15 anni incinta, di cui Arizona e April si sono già occupate. La giovane è caduta in cucina su una pila di piatti. Arizona deve andare in tribunale e non può occuparsene, così la affida a un suo collega.

Prima di iniziare, il giudice chiede alle due donne se sono convinte di voler andare avanti, senza trovare un accordo che possa soddisfare entrambe. Ma sia Callie che Arizona, arrivate a questo punto, vogliono ottenere l’affidamento esclusivo.

Grey’s Anatomy 12×22: Mama Tried

Il primo a testimoniare è Owen, che parla del progetto per la creazione di protesi per i veterani a cui ha collaborato insieme a Callie. Gli viene chiesto anche della decisione di Callie di partire e Owen dichiara che non è una scelta strana, perché Callie è abituata ad affrontare gli imprevisti.

Il secondo a testimoniare è De Luca, che ha preso una camera in affitto a casa di Arizona. E racconta di quanto Sofia sia una bambina intelligente e serena. E di quanto si diverta con Arizona. Poi tocca a Penny, chiamata dall’avvocato di Arizona, che vuole dimostrare (e ci riesce) quanto la donna conosca poco Sofia, anche se Penny aveva provato a dimostrare che Sofia si era affezionata a lei.

Intanto in ospedale, il dottore che sostituisce Arizona decide di fare un’operazione alla ragazza incinta, dopo aver pensato di farla partorire con un cesareo. Alex ed April non sono molti sicuri di lui e vorrebbero chiamare Arizona, ma non possono.

In tribunale viene chiamata a testimoniare Miranda dall’avvocato di Callie, che vuole dimostrare che Arizona è molto presa dal lavoro, quasi da non poter dedicare abbastanza tempo a Sofia (e per dimostrarlo presenta dei dati in base al quale i casi urgenti di cui si è dovuta occupare Arizona, e che l’hanno fatta rimanere al lavoro più tempo del dovuto, sono molti di più rispetto a quelli di Callie. Il lavoro di Arizona ora potrebbe essere un ostacolo?

Fine della prima giornata di udienza. Arizona passa in ospedale a controllare la ragazza incinta. Al bar Stephanie è ubriaca e vorrebbe chiamare l’ex ragazzo, perché si è resa conto di aver sbagliato. Mentre Jo glielo vieta. Allo stesso tempo Jackson ed April, vista la situazione che si è creata tra Callie ed Arizona, si mettono d’accordo su come e quando occuparsi del figlio quando sarà nato, perché non vogliono litigare come stanno facendo le due donne. E vogliono trovare un accordo sulla custodia congiunta prima della sua nascita.

Grey’s Anatomy 12×22: Mama Tried

Secondo giorno in tribunale. Questa volta è Arizona a portare Sofia a casa di Meredith, dove c’è Amelia che si occuperà di lei. Ma Sofia non è molto contenta e vorrebbe restare con la mamma. E al suo rifiuto le dice che la odia.

In tribunale si comincia con Meredith, che racconta il bel rapporto che Sofia ha con Zola e di quanto tempo passi a casa sua. Queste dichiarazioni, però, si ripercuotono proprio su Callie. E alla fine il discorso di Meredith va a sfavore di Callie, perché l’avvocato ne approfitta per sottolineare come Callie voglia portare via Sofia da una ambiente nel quale la bimba sia molto a suo agio.

Poi è il turno di Richard, che sottolinea come Arizona sia un ottimo chirurgo pediatrico e di come ogni bambino sarebbe fortunato ad averla come madre. Poi arriva il turno dell’avvocato di Callie, che si sofferma sulle uscite serali nei bar per giocare ai quiz che Arizona fa con Richard. L’avvocato fa notare il numero di serate negli ultimi 6 mesi che Arizona ha passato fuori con Richard, invece di stare con la figlia. Numero che, sommato a tutte le volte in cui è stata trattenuta in ospedale, la renderebbe non idonea ad occuparsi di una bambina.

Per ultime tocca a Callie ed Arizona testimoniare. Callie racconta il momento della nascita di Sofia (e dell’incidente in cui ha rischiato di morire), facendo commuovere tutti. In ospedale intanto il dottore che ha in cura la ragazza incinta decide di farle un cesareo e far nascere il bambino in anticipo. Decisione che Alex e April non condividono. Ed Alex vorrebbe chiamare Arizona (e alla fine deciderà di farlo proprio mentre Arizona sta testimoniando).

Arizona viene interrogata dall’avvocato di Callie, che vorrebbe farla passare come una donna che ha subito la gravidanza di Callie e alla fine ha accettato una figlia che non era in programma. Una donna che non ha potuto scegliere. Ma Arizona fa capire quanto invece lei abbia scelto di diventare la madre di Sofia. Intanto il suo cellulare continua a suonare e Arizona decide di vedere chi la sta cercando. Così legge il messaggio di Alex e decide di lasciare il tribunale per correre in ospedale.

Una scelta che potrebbe ritorcersi contro di lei, ma prima di andare dice a tutti i presenti che ama sua figlia e vorrebbe che restasse con lei, ma sa che comunque questa causa finisca, la sua bambina sopravviverà, mentre in ospedale c’è un bambino che non sopravviverà se lei non arriverà in tempo. Ed allora sceglie di correre in ospedale e riesce ad interrompere il dottore prima che tagli il cordone, in modo da poter riposizionare il bambino nell’utero per farlo crescere un altro po’ e dargli più possibilità di sopravvivere. E ci riesce.

Poi torna in tribunale per attendere la sentenza, sicura che perderà la figlia. Callie le si avvicina e le dice che, qualsiasi sarà la decisione del giudice, sa che Arizona è una buona madre. Ma Arizona le risponde non avrebbe mai permesso al suo avvocato che dicessero certe cose su di lei. Poi entrambe entrano per la sentenza, ma noi non lo vediamo… La scena si sposta in ospedale dove tutti sono in attesa della decisione del giudice. E dove è stato portato anche l’ex ragazzo di Stephanie (che però non vuole vederla) per una sospetta meningite.

Alla fine della puntata si scopre cosa ha deciso il giudice: Arizona va a prendere Sofia a casa di Meredith. Callie ha perso la custodia ed è disperata. Abbraccia Meredith e caccia (con un gesto della mano) Penny che voleva starle vicino. Sarà la fine della loro storia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.