Crea sito

Grey’s Anatomy 12×09: The sound of silence

alex karev
Alex Karev

Due parole: che ansia!

Una puntata ansiosa. Ma veramente bella.

Puntata diretta da Denzel Washington e mi viene da pensare che dovrebbe dirigerne altre. Puntate così ricche di patos. Una puntata spettacolare. Una delle puntate più belle di tutte le 12 stagioni di Grey’s Anatomy.

Il titolo della puntata, The sound of silence, dice tutto. Il suono del silenzio. Un silenzio che può diventare assordante.

La dodicesima stagione di Grey’s Anatomy, dopo la pausa invernale, è ripresa alla grande. Una puntata, come si era capito dalle anticipazioni, “Meredith-centrica“. Tutta incentrata sul personaggio di Meredith e su qualcosa di terribile che le accade.

Shonda Rhimes non ha mai risparmiato drammi ai protagonisti della sua serie tv. Ed ancora una volta la protagonista principale si trova a dover affrontare una tragedia. Ma questa volta la vittima è di nuovo lei. Un “incidente” inaspettato. E cos’ veniamo catapultati in questa nuova tragedia. E viviamo insieme a Meredith quello che le sta succedendo. Quel silenzio assordante che può essere terribile da sopportare.

Prima della pausa, 4 storie erano rimaste in sospeso: il rapporto tra Jackson e April (si lasceranno o riusciranno a ricominciare?); la proposta di matrimonio di Alex a Jo (lei avrà risposto Sì o no?); i contrasti tra Owen e Riggs (cosa è successo tra i due?); Amelia che ha ripreso a bere (ricadrà nel tunnel o riuscirà a reagire?).

Mettetevi l’anima in pace: in questa puntata a parte qualche breve scena, molte di queste storie rimarranno ancora in sospeso (e probabilmente si scoprirà qualcosa di più nelle prossime puntate). Si capisce che Amelia si è pentita di aver bevuto quel cocktail ed ha ricominciato a frequentare gli alcolisti anonimi (ma tra lei e Owen è finita definitivamente?!?) e poi in una scena si vedono Jackson e April discutere (e sembra che lui le abbia consegnato i fogli del divorzio). Ma per il resto, questa puntata è dedicata a Meredith.

E allora partiamo dall’inizio! Se non volete scoprire altro (perché il mio riassunto sarà molto molto accurato), non continuate a leggere!

*
*
*
SPOILER
*
*
*

La puntata inizia nella normalità. Meredith, Alex e Maggie stanno andando al lavoro insieme. Manca solo Amelia… ma nell’ultima puntata Meredith l’ha cacciata di casa, quindi ha senso non trovarla in macchina con loro. I 3 sono imbottigliati nel traffico, a causa di un incidente. E allora Maggie e Meredith decidono di scendere dalla macchina per andare ad aiutare. E anche Alex le segue, lasciando la macchina nel traffico.

Dalla loro conversazione in macchina, si capisce che Alex sta dormendo a casa di Meredith, in quella che era la camera di Amelia. Quindi possiamo ipotizzare che la sua proposta a Jo non sia andata bene?!?

La scena poi si sposta in ospedale. I 3 scendono dalle ambulanze, con cui hanno accompagnato alcuni feriti dell’incidente. Meredith, insieme a Penny e Warren, si occupa di un uomo di colore di 45 anni con una ferita alla testa ed una contusione addominale. L’uomo è cosciente, ma necessita di una TAC. E Meredith chiede un consulto neurologico. Nel frattempo parla con l’uomo che le racconta di avere 2 figlie e sembra tranquillo. Poi accade l’imprevedibile.

L’uomo ha una crisi epilettica e perde conoscenza. Meredith rimane da sola nella stanza con lui. L’uomo ad un certo punto si sveglia e si alza in piedi, ma sembra un’altra persona. Sembra confuso e disorientato, come se non sapesse dove si trova. Meredith gli dice di rimettersi a letto, ma lui la aggredisce e la sbatte più volte contro l’armadio dei medicinali, il lettino e la porta finestra. Fuori della stanza sono tutti impegnati in altre emergenze e non si accorgono di nulla.

Sarà proprio Penny a trovare Meredith e l’uomo a terra. Ed inizia così “the sound of silence“. Il rumore assordante del silenzio. Quello che sente Meredith stesa a terra, quasi priva di conoscenza. Un rumore assordante che non le permette di sentire nessun altro. Tutti accorrono per assisterla… Owen, Richard, April, Warren… sono tutti intorno a lei per prendersi cura di lei. E poi arriva Alex e la sua faccia è più eloquente di mille parole. Meredith, la sua amica Meredith è stata brutalmente aggredita. E lui teme di perderla. Non può perdere anche lei.

Meredith si sveglia. Vede tutti intorno a lei. Owen cerca di rassicurarla, ma Meredith non riesce a sentire quello che dice. Sente solo un fischio assordante. Anche Maggie, Jackson e Callie arrivano per aiutarla. Alex sa che deve essere forte per lei, ma vederla in quello stato è devastante. E poi arriva anche Amelia. E appena vede che si tratta di Meredith si blocca. Non riesce a muoversi o a dire una parola. Sarà perché in fondo considera Meredith come una sorella? O magari perché prima ha preferito andare ad un consulto dal paziente di Owen, invece che andare da quello di Meredith. E magari, se fosse andata da Meredith, tutto questo non sarebbe successo.

Richard vorrebbe chiamare un familiare, ma Alex gli ricorda che tutti quelli presenti in questa stanza sono la sua famiglia. Viene chiesto a Meredith di muovere le mani e i piedi, ma lei rimane ferma. E Alex capisce che probabilmente non ci sente. Jackson capisce che ha anche una lussazione alla mandibola e deve sistemargliela. E per il dolore Meredith perde conoscenza. E poi iniziano una serie di flash.

Meredith alterna momenti di incoscienza a momenti in cui è sveglia. Ma non riesce a sentire nulla. E preferisce fuggire dai pochi momenti di coscienza, premendo il bottone che le somministra l’antidolorifico e la fa riaddormentare. Tra i vari flash si vedono anche Amelia e Richard che litigano (Richard avrà capito che Amelia ha bevuto e la vorrà convincere a ricominciare la terapia?!?). In un altro c’è Alex che le tiene la mano (il legame che li unisce è sempre più forte) mentre la stanno portando probabilmente in sala operatoria per sistemare qualcosa. Quando si risveglia si accorge che non può nemmeno parlare perché hanno dovuto bloccarle la mandibola. Riesce a far capire a Penny che vuole vedere le sue radiografie, ma la situazione è veramente spaventosa per lei. Si lascia andare allo sconforto e, quando è sola, piange nel suo letto. Ma arriva Karev a consolarla. E mentre è steso lì accanto a lei e le parla, Meredith inizia di nuovo a sentire. E la voce di Alex rompe il silenzio assordante che l’ha accompagnata per tanti giorni in quel letto d’ospedale. E riesce anche a farla ridere (se non è amore questo…).

Ora che ci sente, le spiegano che deve continuare a riposare la voce per la lesione alla trachea. E Meredith chiede anche informazioni su Lou, il paziente che l’ha aggredita. Così Miranda le spiega che ha avuto una crisi a causa dell’incidente. Ed è stato aggressivo per la fase post-ictale. E quando si è svegliato non ricordava nulla. Ed ora vorrebbe vederla per chiederle perdono. La convalescenza è lunga in ospedale. Ed Alex non la abbandona. Le porta anche i bambini e lei è contenta di rivederli. Ma Zola si spaventa a vederla in quelle condizioni e vuole andare via. Ed in questa occasione sarà proprio Penny a darle un po’ di respiro.

Un momento molto difficile per Meredith. Anche se tutti cercano di rassicurarla e di farla distrarre. Vede Amelia fuori dalla sua camera e fa cenno ad Owen per sapere cosa le sta succedendo. Ma Owen le risponde che non lo sa (i rapporti tra Amelia ed Owen si sono quindi freddati definitivamente?!?). E la specializzanda di Amelia le racconta che lui ha fatto molti turni di notte e non si sono più parlati o frequentati.

Amelia alla fine entra nella sua camera e le dice che sta cercando un modo per farsi perdonare. Richard la mette su una sedia a rotelle e la porta a prendere un po’ d’aria in giardino e le fa un discorso sul perdono; sul fatto che deve perdonare Amelia e deve perdonare Dereck per essere morto troppo presto. E Miranda la porta ad incontrare l’uomo che l’ha ridotta in quello stato.

Amelia torna da lei a lasciarle la prima moneta che ha ottenuto. 30 giorni senza bere. Meredith può finalmente parlare. E le dice che lo sa che ci sta provando ad essere migliore, ma non è ancora pronta a perdonarla. Ma forse uno spiraglio tra le due si è aperto.

Ed infine finalmente Meredith può tornare a casa dai suoi figli. Ed Alex è vicino a lei. Ma Meredith gli dice che dovrebbe tornare da Jo, perché lei lo ama a “livelli da post-it sul muro“. E che lei ce la farà… Certo però che un pensiero su loro due insieme ti viene… chissà se è nei programmi di Shonda… Ma per ora Alex torna da Jo… e poi si vedrà che succederà!

Gran bella puntata. Da vedere e rivedere. E il silenzio può essere più eloquente di mille parole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.