Crea sito

Freesia Festival, un trionfo di colori nell’isola di Hachijojima

Freesia Festival
Freesia Festival

Freesia Festival all’isola di Hachijojima

Continua fino al 7 aprile il Freesia Festival nell’isola di Hachijojima, in Giappone. Un vero e proprio trionfo di colori tra natura e tradizione. Solo a vedere le foto, mi verrebbe voglia di prendere il primo volo per il Giappone. Il festival prevede infatti tanti eventi all’aria aperta per scoprire la cultura giapponese circondati dalle fresie in fiore. Uno spettacolo incredibile.

In fondo il Giappone in primavera è famoso proprio per gli appuntamenti all’aria aperta. Con l’arrivo della primavera, uno dei primi appuntamenti è infatti il meraviglioso spettacolo della fioritura dei ciliegi, che viene celebrata con picnic o lunghe passeggiate nei tanti parchi di Tokyo. E nel mese di marzo sono tanti anche gli eventi speciali organizzati per l’Hinamatsuri, la festa dedicata alle donne e in particolare alle bambine.

Se vi trovate in Giappone in questo periodo, o comunque fino al 7 aprile, cercate di organizzarvi per andare a vedere la 53° edizione del Freesia Festival, che si svolge nell’isola di Hachijojima, a meno di un’ora di volo dal centro di Tokyo. Una delle mete ideali per una gita fuori porta, se volete immergervi nella natura e nella tradizione giapponese.

Il festival delle fresie

Ogni anno sono 350.000 le fresie che trasformano letteralmente l’isola subtropicale, situata a 287 km da Tokyo, in una tavolozza di colori… giallo, bianco, viola e rosa. I visitatori possono immergersi nella natura del posto, scegliendo tra le tante attività del festival, a partire dalla raccolta delle splendide fresie da portare con sé come ricordo della visita.

Gli amanti della cultura giapponese hanno inoltre, per due settimane, l’occasione di provare il tradizionale kimono di seta (ki-hachijo), assistere ad un concerto di taiko, il tamburo tradizionale, partecipare ad una cerimonia del tè all’aperto o unirsi agli artisti presenti per realizzare un’infiorata, veri e propri quadri con i petali dei fiori. Chi preferisce le lunghe camminate, invece, può salire sul Monte Hachijo-Fuji per ammirare la bellezza dell’isola dall’alto e godere di una vista impareggiabile sull’Oceano Pacifico. Durante la salita, non sarà difficile imbattersi in gruppi di animali al pascolo nel loro habitat naturale.

Isola di Hachijojima
Isola di Hachijojima

Nell’isola di Hachijojima ci si può anche rilassare nelle sorgenti termali giapponesi (gli onsen). E mentre si ammira il panorama, si potrebbero anche scorgere in lontananza le balene che nuotano al largo della costa. L’isola di Hachijojima è raggiungibile in 50 minuti di aereo dall’aeroporto di Haneda oppure tramite un viaggio in nave di una notte.

Per avere maggiori informazioni sulla città di Tokyo e per organizzare un viaggio in Giappone, si possono consultare i siti https://tokyotokyo.jp o http://www.gotokyo.org/it/index.html.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.