Crea sito

Fine del cosleeping

cosleeping
Cosleeping

Fine del cosleeping

Il momento è arrivato: la fine del cosleeping. Da quando ha iniziato a dormire nel letto grande, Figlia Due dorme tutta la notte. Oppure se si sveglia per fare pipì o bere, poi torna a dormire nel suo letto. Prima invece, si svegliava sempre nel mezzo della notte e voleva venire nel mio lettone.

Non pensavo che lo avrei mai detto: ma mi manca. Anche se ultimamente stava diventando difficile dormire insieme nel lettone, con lei che si allargava, si metteva di traverso, dava calci e pugni nel sonno… non averla più vicina e non sentirla mentre dorme accanto a me mi manca.

Sognavo di dover dormire una notte intera senza lei che si svegliava e non c’era verso di farla dormire senza farla venire nel lettone. Ed ora che posso farlo, mi manca dormire insieme. Sarò normale?

Dormire insieme: la mia esperienza con Figlia Uno

Prima di diventare mamma non pensavo che avrei fatto dormire le mie figlie nel lettone. Dicevamo sempre che le avremmo abituate a dormire nel loro letto, altrimenti poi, se prendevano il “vizio“, sarebbe stato difficile farglielo togliere.

Parole, solo parole.

Nel momento in cui metti in pratica quello che hai sempre pensato, la realtà può essere molto diversa da come l’avevi immaginata. E non è detto che l’essere diversa sia una cosa negativa. Anzi… nel mio caso, posso dire che è stato bello. Una bella scoperta.

Figlia Uno ha sempre dormito nella sua culletta, nel suo lettino e poi nel letto. Quando era ancora piccola, capitava che si svegliava di notte. A volte me la mettevo accanto se ero molto stanca. Ma se lei si addormentava prima di me, allora la rimettevo nella culletta. Un po’ ha dormito con noi, ma non era un’abitudine. Poi dai 2 anni ha iniziato a dormire tutta la notte senza problemi.

L’esperienza con Figlia Due

Con Figlia Due è stato diverso. Sin da quando è nata mi ha fatto capire che non sarebbe stata come la sorella. Non ha mai dormito nella culletta. Io ci provavo. Si addormentava, di un sonno apparentemente profondo, la mettevo nella culletta e, tempo pochi minuti, era sveglia. Se invece la mettevo nel letto, accanto al mio petto, dormiva tranquillamente. Ho provato anche a metterla in culla con una mia maglia (per vedere se le bastava sentire il mio odore), ma nulla. Aveva proprio bisogno di sentirmi accanto a lei.

Crescendo, è passata a dormire nel lettino. E qui un po’ dormiva. Ma giusto qualche ora. Poi si svegliava e non si riaddormentava, a meno che non la prendevo e la mettevo vicino a me. Ho atteso con ansia i 2 anni, sperando che iniziasse a dormire tutta la notte come la sorella. Ma no. Non è successo. Ha continuato a svegliarsi ogni notte. In genere l’orario del risveglio era verso le 3.30 (se mi andava bene verso le 5.30… ma accadeva raramente!). A volte provavo a mettermi vicino al lettino per farla riaddormentare, ma si alzava in piedi e provava ad uscire da sola dal letto, se non la prendevo. Alcune volte me la sono ritrovata direttamente nel lettone. Aveva scavalcato da sola ed era uscita dal suo lettino.

Ora finalmente l’abbiamo spostata nel letto normale. E qui tutto è cambiato. Forse aveva bisogno di un letto più grande. O forse sta crescendo ed è arrivato il momento di dormire da sola. In ogni caso sono 3 settimane e mezzo che non mi chiede di venire nel lettone e dorme nel suo. Da una parte sono contenta, perché è un nuovo traguardo. Ma dall’altra la vorrei ancora piccina che mi cerca di notte e si sente tranquilla accanto a me. Sta crescendo ed io divento nostalgica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.