Crea sito

Dickens, l’uomo che inventò il Natale, arriva al cinema

Dickens L'uomo che inventò il Natale
Dickens L’uomo che inventò il Natale

Dickens, l’uomo che inventò il Natale

Io amo il Canto di Natale di Charles Dickens. Letteralmente. E’ uno dei miei libri preferiti. L’ho letto e riletto. Figlia Uno ultimamente ha letto la versione di Geronimo Stilton sul classico di Dickens. E’ una di quelle storie che non mi stanca mai. Una di quelle storie che “fa” Natale appena prendi il libro in mano. Ho visto varie versioni cinematografiche. E lo abbiamo visto a teatro grazie alla compagnia Un Teatro da Favola.

Quest’anno al cinema esce un nuovo film dedicato a questa storia. Un film che racconta la nascita di questa storia, la sua genesi. Si tratta del film “Dickens L’uomo che inventò il Natale“, che arriverà al cinema il 21 dicembre.

Io ho avuto la possibilità di vedere il film in anteprima. E posso dire che è veramente fantastico. Un film dedicato alla figura di Dickens, in cui viene raccontato come l’autore sia arrivato a scrivere uno dei suoi libri più famosi. E la magia del Natale, con questo film, colpisce ancora!

Dickens L’uomo che inventò il Natale è diretto da Bharat Nalluri e distribuito da Notorious Pictures.

Trama

Come è nato il personaggio di Scrooge? Dickens come è arrivato a creare la storia più bella sul Natale che sia mai stata scritta? Il film racconta la genesi di questo racconto così famoso. Charles Dickens è uno scrittore famoso, richiesto anche in America. Dopo una serie di libri non andati molto bene, è alla ricerca dell’ispirazione per una nuova storia. Ma l’ispirazione tarda ad arrivare.

Un giorno, dopo aver sentito una delle nuove domestiche raccontare una storia ai suoi bambini, inizia a pensare di scrivere una storia sul Natale. Ma mancano solo poche settimane prima delle feste ed il suo editore non vuole rischiare di non riuscire a stampare il libro in tempo per le feste. Così l’autore decide di farlo illustrare e stampare da solo.

Nella sua corsa contro il tempo, inizia a dar vita ai personaggi della storia e alle vicende. E si trova a scontrarsi con i suoi stessi personaggi, che magari vorrebbero prendere strade diverse rispetto a quelle in cui lui li direziona. Ne esce una storia surreale, la storia di un artista che si estranea dal suo mondo nel momento in cui è preso dall’ispirazione. Un artista che, in certi momenti, ha più rapporti con i suoi personaggi, piuttosto che con le persone reali che gli stanno intorno.

Recensione

Senza dover svelare il finale del film, sappiamo che Dickens è riuscito a far pubblicare il suo “canto di Natale“, che è uscito il 17 dicembre 1743. E da allora ancora ci fa sognare. Questo film, che racconta l’origine del libro, mi è piaciuto veramente molto.

Vedere i contrasti interni tra l’autore ed i suoi personaggi e il momento della creazione è qualcosa di affascinante. Mi è piaciuto molto vedere come uno scrittore può arrivare a ideare e a realizzare una storia, prima nella sua testa e poi sulla carta. Il film magari è adatto ai bambini un po’ più grandi (non so se Figlia Due riuscirebbe a seguirlo tutto, ma probabilmente a Figlia Uno piacerebbe tanto). Ad ogni modo, se avete amato ed amate questo libro, non potete perdervi questo fil.

DA VEDERE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.