Crea sito

Consigli utili per chi viaggia con i bambini

bambina in viaggio
Bambina in viaggio

Le vacanze si avvicinano e probabilmente in molti avranno organizzato un (più o meno lungo) viaggio per questa estate 2015. Soprattutto chi ha bambini piccoli deve organizzare tutto nei minimi dettagli, in modo particolare il viaggio. Io personalmente cercherei di evitare viaggi molto lunghi se si hanno bambini al di sotto dei 2/3 anni. Meglio scegliere una località raggiungibile in poche ore con la macchina oppure da raggiungere in aereo.

Qualche giorno fa stavo leggendo dei consigli sui viaggi con i bambini, scritti dalla pediatra Ingrid Prueher. E devo dire che alcune cose possono essere molto utili in questo periodo.

Prima di tutto si consiglia di cercare di rispettare il più possibile le abitudini dei bambini. I bambini, si sa, sono molto abitudinari. Hanno i loro orari durante il giorno (pappa, riposino, merenda e così via). E si dovrebbe cercare di organizzare il viaggio anche in base a queste abitudini, per evitare di stravolgerle totalmente. In macchina magari riescono a dormire, ma se si deve prendere un aereo, meglio cercare un volo in orari adatti a rispettare, ad esempio, il momento del riposino pomeridiano.

 

In aereo, soprattutto al momento del decollo e dell’atterraggio, c’è uno sbalzo di pressione ed è utile cercare di far ciucciare i bambini in questi due momenti odi dargli il biberon, in modo che non abbiano fastidi alle orecchie. Questo perché la deglutizione aiuta a superare meglio questo sbalzo di pressione.

Il viaggio, soprattutto se lungo, può essere molto noioso per i bambini. Ed allora bisogna cercare di organizzare giochi facili da fare o comunque di portare libri o altri giochi che possano utilizzare durante il viaggio.

Sia che abbiate scelto un hotel, una casa in affitto, un bungalow o qualsiasi altra residenza per la vacanza, cercate di ricreare un ambiente familiare al bambino, in modo sempre da continuare a rispettare le sue abitudini. Ed una volta arrivati nel luogo della vacanza, fate abituare i piccoli agli orari della vacanza, cercando sempre di renderli simili a quelli a cui il bimbo è abituato.

Ovviamente, non dimenticate di portare il suo libro, giocattolo o peluche preferito… anche questo deve venire in vacanza con voi! Attenti però a chiedere al bambino cosa si vuole portare in vacanza… rischiate di dover fare un trasloco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.