Crea sito

Mum shaming: il bullismo delle mamme, la nuova fenomenologia 2.0

Mum shaming: il bullismo delle mamme, la nuova fenomenologia 2.0

Mum shaming: il bullismo delle mamme, la nuova fenomenologia 2.0

Chi tra noi mamme non ha mai chiacchierato fuori scuola? Dai ammettetelo! Ebbene sembra proprio che rientri in uno dei luoghi comuni più duri a morire e pare abbia trovato conferma scientifica: le donne amano i pettegolezzi e li trasformano in strumenti per difendersi. Ma questo non sarà un articolo per dare una fondata certezza alle mamme chiacchierine con l’antipatico vizietto, già perché sembra proprio che alcune di noi non possono resistere al suo richiamo, incantate dai casini della vita degli altri dall’unica colpa si essersi confidati con la persona sbagliata.

Il motivo che porta a sparlare?

Sentirci meglio con noi stesse! Afferma Tania Reynolds, psicologa ricercatrice presso il Dipartimento di Psicologia della Florida State University e autrice dello studio, ha svelato a Bravo Personal Space di aver trovato la prova di quello che abbiamo sempre pensato: chi diffonde voci più o meno maligne lo fa per sminuire una minaccia – generalmente rappresentata da una donna più bella, con abiti più succinti e incline a flirtare gli uomini. E il pettegolezzo non è prerogativa delle insicure: la Reynolds sostiene che le donne molto ambiziose sono quelle che ne fanno più uso.

I danni del pettegolezzo

Inutile dire quanto siano dannose queste donne e per spiegare l’intensità vi citerò la predica di Hoffman in Chiesa, nel film “il dubbio” il quale racconta:

Un giorno va a confessarsi dal prete una donna che dice: ho parlato in giro di una persona. Niente di male, solo un pettegolezzo, un pettegolezzo non è un peccato vero padre? Lo fanno tutti!

E il sacerdote: è un peccato grave. Per capirlo vai a casa tua, prendi un cuscino e un coltello, sali sul punto più alto della casa e taglia a brandelli il cuscino. Poi torna qui.

La donna torna. Cosa hai visto, chiede il prete… Quando ho tagliato il cuscino sono uscite centinaia di piume. Il vento le ha fatte volare via.

Dove sono andate? Ovunque, dice la donna.

Bene, torna a casa e raccogli tutte le piume che hai fatto uscire dal cuscino.
Ma padre, è impossibile, ormai sono ovunque!

Non amo il pettegolezzo, ma è un peccato diffuso. Quindi, chi è senza peccato, come al solito scagli la prima pietra.

Nel mio piccolo mi sforzo di applicare un codice: non dire mai nulla di una persona che non saresti pronto a ripeterle in faccia.

In alternativa, applico il codice del silenzio.

E questo cerco di insegnare ai miei figli.

Mamme pettegole se le conoscete… EVITATELE!