Sono anni ormai che coltivo le mie piantine di Aloe in casa, ogni pianta matura lascia crescere ai suoi piedi altri 2/3 germogli che provvedo a prelevare e inserire in un altro vaso. Quindi una pianta che si autogenera, succulenta e mi lascia la possibilità di utilizzo su larga scala medicamentosa. Non richiede particolari attenzioni e cresce rigogliosa tutto l’anno, poca acqua e tanta luce.

L’aloe vera è ricca di proprietà importanti, anche per i bambini:

  • cicatrizzanti
  • antinfiammatorie ed emollienti
  • rigeneranti
  • analgesiche
  • disintossicanti
  • purifica l’aria


Pensate alle piccole scottature, alle afte in bocca o, semplicemente, quando i bambini hanno la pelle irritata (basta un graffietto?) e chiedono che la mamma faccia qualcosa … Oltre al cerotto, che piace sempre tanto e che sta bene su qualsiasi micro invisibile inesistente abrasione 😉 , anche una passatina della crema magica “così adesso ti passa tutto”, può essere di sollievo ad un piccolo spaventato.L’aloe dà sollievo contro gli arrossamenti cutanei dei bimbi, ma si usa anche sulle gengive irritate o scottate e come dopo puntura.

Sai che l’aloe nell’antico Egitto era nota come pianta dell’immortalità a causa del suo impiego nel processo d’imbalsamazione? Energizzante, drenante e depurativa, il succo di aloe è un toccasana per tutto l’organismo.

Bere il succo di aloe vera può essere d’aiuto per depurare l’organismo, in quanto stimola le funzionalità digestive dell’intestino prevenendo anche la stitichezza, e ridurre le sue infiammazioni; inoltre grazie alle sue proprietà antisettiche e antibatteriche, va a rinforzare il sistema immunitario nel profondo, dando una mano anche per regolare i livelli di zuccheri nel sangue.

Esistono tantissime ricette che si possono fare con la polpa dell’aloe, prelevare il gel è semplicissimo:

  • Incidere la foglia dalle piante più mature utilizzando un coltello in ceramica per evitare l’ossidazione.
  • La foglia dev’essere presa incidendo a 2 cm dal tronco.
  • Sciacquare abbondante sotto l’acqua utilizzando dei guanti in lattice per evitare contaminazioni.
  • Tagliare lungo il laterale spinoso e prelevare il gel all’interno con un cucchiaio in ceramica.

Il gel può essere conservato in frigorifero per due settimane dentro un barattolo di vetro ben chiuso.

Prestate molta attenzione all’aloina il liquido giallo dentro le foglie in quanto fortemente lassativo! Se non vi sentite sicure dovete sapere che per uso esterno non ci sono controindicazioni, dall’utilizzo antisettico, antibatterico, disinfettante ma non è tutto; il gel frullato con un pò d’olio di cocco ha proprietà antirughe e ricuce le smagliature, se invece vogliamo sgonfiare gli occhi basterà aggiungere l’estratto di rosmarino o la camomilla blu, idratare la pelle? Anche! Aloe frullata e olio di riso, impacco per capelli spenti, antimicotico, antifungino…
Insomma… State già andando all’Ikea a comprare la vostra pianta di Aloe?

Le cautele nell’utilizzo del gel puro d’Aloe Vera

Sebbene l’uso del gel d’Aloe Vera puro sia sicuro per i bambini, ricordatevi sempre di consultare il medico del bambino prima di utilizzare gel aloe puro sulla pelle del bambino. L’applicazione topica del gel può interferire con altri farmaci che il tuo bambino utilizza e annullare il loro effetto. Nel caso in cui prurito, eruzione cutanea o il taglio peggiorano dopo l’utilizzo del gel Aloe Vera, lavare l’area con abbondante acqua e pulire completamente la pelle di qualsiasi residuo di gel d’Aloe.

Evitare di dare il succo Aloe Vera ai bambini o qualsiasi altro prodotto a base di Aloe per via orale, in quanto potrebbe essere dannoso essendo altamente lassativi.

Le donne che allattano non dovrebbero usare l’Aloe Vera per via orale, poiché può essere trasmesso al bambino attraverso il latte materno. Lo stesso vale per le donne in gravidanza poiché ingerire Aloe può essere dannoso per il feto.

 

Ma Franceschina dov’è finita? Andiamo a curiosare:A zucchero zero