Crea sito

Lo spanx il segreto non segreto per una silhouette perfetta

Daniela Crea

Se alcune – le più intellettuali – sono rimaste folgorate da una frase contenuta in un libro (che poi si deve vedere se hanno avuto il coraggio di leggerlo tutto!) è stato un film sicuramente a segnatre indelebilmente la mia vita care amiche. Era il 2001, ero single, dopo una storia assurda, e al cinema appare lei: sfigata, rotondetta, alcolizzata con discrezione, imbranata nei momenti decisivi, insomma la mia eroina! Memorabile la scena in cui deve decidere se indossare un perizoma o un paio di mutandoni contenitivi, alla fine sceglierà quelli pensando all’impossibilità di un dopocena e alla necessità di contenere le sue forme fasciate in un tubino nero. Credo che nessun personaggio femminile al cinema rappresenti meglio di Bridget Jones la donna comune, quella non figa, non particolarmente colta ma soprattutto poco sicura di sé e impacciata. Dopo aver conquistato oserei dire miracolosamente il super bello Hugh Grant, finirà con un uomo timido e di poche parole. Eppure, l’insicurezza sembra non colpire soltanto le donne non perfette se alcune star ritenute in forma smagliante con un corpo scolpito da ore e ore di palestra, ricorrono ai mutandoni contenitivi quando devono indossare dei vestiti particolarmente aderenti. L’ultima in ordine di tempo beccata dall’obiettivo indiscreto dei paparazzi è Jennifer Lopez. La diva, durante la cerimonia di consegna dei diplomi ai suoi figli, indossava un bellissimo abito Gucci, con gonna a portafogli. Ma, ahimè, la giornata era particolarmente arieggiata, ed è rimasta vittima di una folata di vento che ha rivelato il suo piccolo segreto, ossia lo Spanx.


Nel suo reality show quella sfacciata di Kim Kardashian ha ammesso senza girarci intorno, di non poter uscire di casa senza indossare lo Spanx, ad esempio le guaine o pantaloncini modellanti contenitivi ecc… Kim ha ammesso di indossarne anche due insieme! Diciamo che la divetta Famous for being famous (in italiano “famoso per essere famoso), non è nuova a queste sparate, durante il suo show fece vedere come riusciva ad avere un seno super alto con vestiti scollatissimi, il segreto consisteva nell’incerottare il seno con lo scotch (non oso immaginare quale trucco usi per il suo famoso sederone!). Se non conoscete la storia di questa donna, entrata a soli 41 anni, nella classifica dei miliardari stilata da Forbes, ve la sintetizzo. L’idea le viene, come spesso accade, nel tentativo di risolvere un problema di vita quotidiana. Ha 25 anni all’epoca del racconto e, per andare a una festa, vuole indossare un paio di pantaloni bianchi, con addosso i collant, per modellare il sedere e coprire gli slip, riconoscibili sotto i pantaloni bianchi.

Ma siamo in Florida, dove le temperature sono torride, quindi prende un paio di forbici e taglia la parte finale dei collant. Ovviamente l’indumento va migliorato, perché durante la festa le si sono arrotolati lungo le gambe. Nonostante l’idea ancora le frulli in testa, continua a svolgere il suo lavoro di venditrice di fax in modo da racimolare soldi da utilizzare per la sua impresa, continua la ricerca del materiale più adatto, alla fine con 5 mila dollari riesce a produrre il suo abbigliamento intimo. Se siete curiose vi consiglio di fare un giro su Zalando dove troverete il modello adatto a voi con una cifra tutto sommato contenuta. Magari (con questo intimo che onestamente sembra quasi una tortura medievale) potrete indossare finalmente quel vestito leggero e aderente che vi piace tanto senza la preoccupazione di eventuali rotolini, e sarete premiate dopo questo supplizio come Bridget con un…… fantastico dopocena.

 

Articolo a cura di Daniela Crea fashion blogger di vita da mamma versione special 

 

Pubblicato da Vita da mamma versione special

Rianimo le parole uccise dalle bocche cucite. contatti: Vitadamammaversionespecial@gmail.com