Aspettando Babbo Natale con i bimbi

Aspettando Babbo Natale con i bimbi

Aspettando Babbo Natale con i bimbi , Per chi ha bambini in casa, la Vigilia di Natale è un momento davvero speciale, loro ovviamente aspettano questo magico momento tanto atteso e noi con loro, diciamolo chiaramente, noi genitori ci divertiamo in tutto questo, specialmente nei preparativi, nel mettere di soppiatto i regali sotto l’albero di Natale e far credere loro che sia passato Babbo Natale, ma come tutti i bambini scommetto che anche i vostri come le mie bimbe sono impazienti nell’aspettare la mezzanotte, a dire il vero dopo la cena della Vigilia, iniziano a dire ho sonno quando arriva, voglio aprire subito i regali , l’alternativa sarebbe quella di far scartare loro i regali il mattino dopo, ma poi non sarebbe più così particolare e suggestivo, quindi cosa possiamo fare durante l’attesa?

Aspettando Babbo Natale con i bimbi

Aspettando Babbo Natale con i bimbi

Ovviamente li dobbiamo coinvolgere in qualcosa che non faccia venire loro sonno, quindi per i più grandicelli aboliamo le tombole, e quando dico grandicelli intendo anche noi genitori, altrimenti almeno a me concilia il sonno, ma torniamo alle ore che precedono la mezzanotte, ci si siede a tavola e si inizia a mangiare, di solito a casa mia ci mettiamo un’oretta quindi sono le 22,00 e per due ore abbondanti dobbiamo distrarli, facciamo magari preparare una merenda per Babbo Natale, la leggenda vuole che gli si faccia trovare latte e biscotti, diciamo ai nostri bambini di prepararlo e metterlo sul tavolo, a casa mia ogni anno si traveste da Babbo una persona diversa, vi svelo un segreto nessuno vuole indossare il costume di Babbo Natale, due anni fa lo ha fatto il mio compagno, e non vi dico per distrarre le bambine che stratagemmi abbiamo dovuto inventare, mia madre le teneva occupate dicendo loro che il papà aveva avuto una colica ed era in bagno, ed in cucina a fare la limonata, invece  io ero intenta ad infilargli cuscini sotto al vestito rosso, lo scorso anno è toccato a mio fratello che per fortuna non aveva bisogno di cuscini perchè ha la pancia già di suo, ma ha dimenticato di togliersi le ciabatte e mia figlia Sara lo guardava in modo strano, credetemi è toccato anche a me fare Babbo Natale e per non farmi riconoscere avevo messo gli occhiali di papà e non vedevo nulla, e già so come andrà a finire quest’anno mi toccherà nuovamente, me lo sento.
Un modo per aspettare Babbo Natale è quello di intonare canti di Natale tutti insieme magari davanti a delle candele accese per avere ancora di più l’atmosfera.
Oppure far seguire ai nostri bambini il percorso di Babbo Natale , sul web c’è un programma molto carino che fa vedere il globo e la slitta, ed il punto dove si trova, e per quale orario più o meno sarà in Italia, ma il momento poi in cui bussa alla porta, (a casa dei miei non c’è il camino, e far arrampicare me , mio fratello ed il mio compagno dalla finestra visto che i miei abitano al terzo piano la vedo dura), dicevo il momento in cui bussa alla porta è il più bello, in realtà chi di noi si è travestito in quel momento, deve uscire senza farsi vedere,  poi entrare, fare il vocione ed andare verso l’albero di Natale, leggere i nomi sui regali, e consegnarli ai destinatari, adulti compresi, la faccia di mia figlia Sara ve la vorrei far vedere, quella di mia figlia più grande Elena ve la risparmio, ci guarda ridendo come una matta, insomma questa è la nostra Vigilia ed il nostro modo di aspettare Babbo Natale, e con questo piccolo racconto di me, delle mie bambine e del nostro Natale vi mando i miei più sinceri auguri di un sereno Natale

Valeria di Fiabe Cucchiaini e Fantasia

Pubblicato da fiabecucchiainiefantasia

C'era una volta una mamma che amava cucinare, e delle bimbe che amavano mangiare...si certo sarebbe bello se fosse sempre cosi, ma lo sappiamo che con i bambini bisogna lavorare di fantasia..ed è proprio quello che troverete nel mio blog..ricette per bambini preparate in modo semplice e fantasioso, consigli che spero possano tornarvi utili, tutto quello che posterò è preparato per le mie bimbe Elena e Sara. A presto con le mie fiabe ricette!