La conserva di pomodoro fai da te

In questi giorni ho avviato la produzione di passata di pomodoro per l’inverno. Ci sono alcuni accorgimenti da prendere quando si autoproducono conserve e questi sono i miei personali consigli:

  • utilizzare contenitori di vetro, anche usati, avendo cura di sterilizzarli in acqua bollente ma comprare tappi nuovi.
  • utilizzare palette in legno nuove per girare la conserva mentre cuoce
  • armarsi di santa pazienza e procedere!

Quest’anno ho utilizzato 2 metodi diversi per fare il sugo: il primo metodo definito “cotto” e il secondo chiamato “crudo”

METODO COTTO:

Prendere i pomodori e tagliarli a pezzettoni, farli bollire a lungo con aglio, cipolla, sedano e carota. Si può inserire qualunque altra verdura. Quelli che vedete in foto sono arancioni perchè ho usato una zucca colta nell’orto la mattina stessa! non aggiungo null’atro, nè olio nè sale. lascio che cuociano per un paio d’ore, poi li frullo e li metto nei contenitori sterilizzati in precedenza insieme aqualche foglia di basilico. I barattoli vengono poi ulteriormente bolliti in una pentola capiente, avvolti in canovacci per non muoversi durante la cottura.

METODO A CRUDO

Tagliare i pomodori a pezzettoni, aggiungere aglio e cipolla e poi frullare il tutto, metterlo nei contenitori che veranno bolliti nella pentola capiente avvolti dai canovacci.

Fare  da sè il sugo è facile e veloce. vale la pena provare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.