Quando ti senti alla grande ma poi…

Leggenda narra,

che una volta ogni equinozio del solstizio del sole nella luna eclissata abra cadabra, una mamma si svegli e si senta figa e spumeggiante; pensi che la sua vita sia piena di soddisfazioni e di amore  – e decide di vivere appieno la giornata appena iniziata.

Vestendosi non si vede grassa, anzi; i pantaloni aderenti si sono senz’altro ristretti nell’asciugatrice, quei tre addominali che fa una sera sì e 25 no, in effetti – stanno dando i loro frutti – e giura di ricordarsi che al momento dell’installazione dello specchio del bagno, l’addetto le specificò “Signora, guardi che ingrassa molto”.

Passando in salotto, si convince di come l’ordine sia solo per persone ossessive, per non parlare dell’eccessiva pulizia – scavalcando giochi e vestiti sul pavimento – si sente creativa e non incatenata nello stereotipo della donna casa e cucina.
Aprendo il frigo sorride pensando con gioia che le crocchettine di pollo preimpanate e prefritte, ogni tanto, che vuoi che siano.

E addirittura, non si sente nemmeno una sfigata/incompetente/frustrata/fallita perché al momento non lavora.

A guardarla bene, si nota esser preceduta da un alone roseo –  e seguita da farfalle color arcobaleno.

Bellissimo. Stupendo.

MA.

C’è un MA.

Perché se anche voi, venite striturate da 8765 puntate di Lady Bug, saprete benissimo della sfiga della teoria dell’equilibrio dell’universo per cui ad ogni cosa bella, debba corrisponderne una brutta.

E allora, Essa + l’alone rosa + le farfalle, incontreranno nell’ordine:

1) La zia Pinuccia che ti saluta con un “Amore di Zia, come ti vedo bene, stai meglio con quei 2-3 chili in più“!

2) La sua compagna delle medie che ti fa festa al grido di “Daiiiiii aspetti un’altra volta!!!!!”

3) Al supermercato, mentre fa incetta di qualsiasi cosa sia cucinabile con un minuto di microonde, viene fulminata dalla DONNAINFORMAPERFETTACHEMANGIASOLOCOSESANE e che profuma di soia e tofu;

4) E infine, mettendo la spesa nella sua macchina sgangherata, si sente chiamare da una sua ex collega…”Ciao caraaaa…vedo che anche te sei uscita mentre facevi le faccende per fare un po’ di spesa…anche tu riunione senza pausa pranzo oggi?

E niente. Si sentiva ben curata, in forma, magra, easy e up e si ritrova con l’umore e l’aspetto di una cingomma spiaccicata in terra.

E non è mica giusto eh?!?!?

Perchè poi, i giorni che se ti senti una cessa, mai che tu incontri qualcuno che ti dice che sembri per lo meno un bidet! Mai!

E allora l’equilibrio ci deve essere solo a nostro sfavore? E checacchio!

Basta, da oggi SQUILIBRATE E FELICI!!!!!!

 

Se l’articolo ti è piaciuto, fammi sapere se ci sono argomenti che vorresti che trattassi e seguimi sui social!
Pagina Facebook Profilo Instagram: mamma_bradipa Canale Youtube

Precedente What is love Successivo Quei quadretti bianchi e blu

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.