Non pensiamo a cosa non possiamo fare, pensiamo a cosa possiamo non fare!

Ciao mamme,

Avete qualche dubbio sul titolo?

Errore? Sbornia? Pazzia? No, niente di tutto questo.

Ma credo che in questo momento molto difficile per il nostro Paese, ognuno debba fare la propria parte per sostenere le persone e la mia è quella di far sorridere o nel migliore dei casi far addirittura ridere qualcuno –  e in generale, distrarre un pochino le menti.

Veniamo quindi al dunque: in queste bellissime giornate primaverili, viene automatico pensare a cosa avremmo fatto se non fossimo stati in piena quarantena. Ebbene, questi pensieri non fanno altro che buttarci giù di morale, gettare sale sulla ferita e rigirare il coltello nella piaga.

Ecco che allora arrivo io, con triplo salto mortale e piroetta, che mi insinuo là tra i vostri pensieri, nel mezzo tra un pic-nic ed una festa di compleanno. E sapete perché? Perché è vero che non possiamo fare tantissime cose, ma possiamo anche non farne moltissime:

Voi mamme asociali ad esempio, che ogni giorno restavate in auto fino al suono della campanella ed indossavate occhiali scuri anche se pioveva, potete non dover avere a che fare con nessuno giusto?!?!?!

E voi mamme con più di due figli da portare in scuole diverse che dovevate fare le corse ogni mattina sparando i bimbi direttamente in classe con un calcio dato dall’auto in corsa, non dovete fare nessuna lotta contro il tempo giusto?!?!?!?!

E voi mamme pigre (io) che ogni mattina alle 9 sareste volute già tornare a letto perché la sveglia all’alba non faceva per voi, non dovete rinunciare alla vostra bradipissima calma giusto?!?!?!?!?!

Ma a parte queste particolari categorie, tutti noi possiamo evitarci di annusare il fiato di qualcuno che ha mangiato zuppa di cipolle con aglio sbriciolato mentre sorseggiamo il nostro caffè al bar, di partecipare a compleanni/cene/rendez vous di quei parenti che vi strizzano le guance e vi dicono che vi vedono bene con quei 6-7 chili in più… non dobbiamo stirare, truccarci, avere una manicure curata! E se ci viene un brufolo sul naso, nessuno ce lo vedrà perché indosseremo la mascherina!!!

Insomma, possiamo svegliarci la mattina e pensare alle cose belle che non possiamo fare o a quelle brutte che possiamo non fare!
E a tutte quelle belle che possiamo continuare a fare o che abbiamo finalmente il tempo di fare!

A voi la scelta!

Ricordatevi però che #riderefabene !

 

Precedente Corona Virus: il mio contributo a distanza per le future mamme (parte 2) Successivo Coronavirus e bambini: 5 suggerimenti per la serenitá familiare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.