Se non devono dormire, dormiranno

Dear Moms (Oggi mi sento così, un po’ English),

dormire

Avete presente la Legge di Murphy? Quella per cui quel che può andare male andrà male?

Ecco, per noi mamme esiste sicuramente la “Legge di Mummy” secondo la quale tuo figlio dormirà quando non deve dormire e quando vorresti con tutte le tue forze che dormisse, sarà vispo come un grillo.

Mi riferisco al “tanto caro mi fu” pisolino pomeridiano che mia figlia quasi treenne ha abbandonato in modo cazzaro: cioè quando le salta il ticchio lo fa; che siano le 14, le 15, le 16, le 17 o perfino le 18; feriali o festivi, estate o inverno.

Quindi è ovvio che tutti i 64752398 giorni di pioggia in cui avrei pagato anche 3 orsetti gommosi per rilassarmi un quarto d’ora sul divano, mentre il seienne guardava un po’ di tv, lei cantava i Tre Porcellini-La Casetta in Canadà-Whisky il ragnetto….di nuovo I Tre Porcellini, prendeva 234 libri e li leggeva ad alta voce, ricominciava a cantare canzoni inventate. Tutto questo condito da tenere manatine sudaticce sulle mie guance ed intervallate da “Mamma ma dommi?”

Quando invece oggi, sole, zero impegni e pianificazione di un pomeriggio all’aria aperta comunicata (accidenti a me) ai pargoli, stamani si sveglia all’alba e 10 minuti prima dell’ora X, si addormenta. Ovvio.

Ma dai che vuoi che sia, riorganizziamo tutto il pomeriggio dai!!! Facile!!!!!

Facile perché Giacomo ormai vuole uscire, ma non volendo creare crisi diplomatiche tra fratelli, la butti sul tempo…”perché vedi amore, se guardi bene l’orizzonte, laggiù, lontano lontano, una nuvola c’è.” Ma lui ti risponde che potremmo portare tre tipi di giubbotti e ti vengono gli occhi a cuore e i sudorini sulla fronte.

Facile perché potrei ottimizzare e fare mille mila faccende!

Ma la fanciulla sta dormendo sul divano, perché davanti camera sua stanno spaccando un palazzo intero con il martello pneumatico di un gigante, ma della specie più alta di tutte.
E no, non posso puntellarla con i cuscini perché ha il vizio di mettersi seduta e lasciarsi cadere a peso morto.

 

Per fortuna San Bradiposità compensa la legge di Murphy e quindi invoco il Patronum Nonnesco per portare a fare un giro Giacomo (W i nonni) e me ne frego altamente delle faccende, dilettandomi qui con voi.

Ma la questione più importante è:

Quanto si arrabbierà Aurora al suo risveglio quando scoprirà che non potrà più uscire??????

 

Raccontatemi le vostre esperienze di Legge di Mummy e Se l’articolo ti è piaciuto, fammi sapere se ci sono argomenti che vorresti che trattassi e seguimi sui social!
Pagina Facebook Profilo Instagram: mamma_bradipa Canale Youtube

Precedente Le mamme e lo shopping per i figli Successivo La pazzia della mezza stagione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.