L’insostenibile secondo giorno

Care Mamme,

come ve la cavate col ciclo? Io malissimo.

Nel senso che ce l’ho parecchio abbondante. E quando perdi taaaaaaaaaaanti liquidi, perdi anche la capacità di utilizzare qualche abilità mentale. Tipo la coordinazione, la riflessione, la concentrazione.

Ogni volta picchio ovunque.

Ogni volta sbraito prima di accendere il cervello.

Ogni volta mi imbambolo e combino meno del solito.

Ogni ciclo mi ripeto che la volta successiva sarà diverso e che non mi farò sopraffare .

Il primo giorno infatti, coltello tra i denti, mega pacco di assorbenti sotto braccio e sguardo fiero.

Arrivo a sera soddisfatta.

La mattina dopo (stamani), al suono della sveglia delle 7.15 penso “Vedi?! Stavolta ce l’ho fatta, sono in formissima” ma alle 7.17 ho già cambiato idea.

Non c’è niente che mi stimoli, che abbia voglia di fare, se non di stare a letto, mangiare e guardare tv spazzatura. Ma piccolo particolare, ho dei bambini.

Che proprio stamani, quando di solito mi sento una cacca quando li sveglio per la scuola mentre dormono come angioletti, sì proprio stamani che c’era assemblea e potevano dormire, si sono svegliati alle 7.19.

Che quando hai fretta passano ore a fare colazione (anzi colazioni), stamani trangugiano tutto in due minuti.

Che per spiccicarli dai cartoni devi spegnere la tv, stamani sembrava che non sapessero cosa fosse quella santa cosa rettangolare.

Anche il marito, che di solito non ostacola la mia Bradiposità, stamattina era pieno di zelo:  decide di cambiare la lampadina dello specchio del bagno.

Morale della favola, alle 8.19 la situazione era questa:

Marito abbarbicato sul pensile del bagno che mi chiede brugole di varie dimensioni;

Cinquenne che mi chiama ininterrottamente per appiccicare al muro il calendario su cui fare “le X” giorno per giorno… “mamma mamma mammaaaaaa….mettiamolo quiiiii…no qui è troppo alto, ah ma potrei tenerci sempre sempre una sedia sotto(e no eh!)…mamma ma se lo metti lì senza sedia mi farà troppo male il braccio a tenerlo così stesooooo”;

Quasiduenne che chiede ininterrottamente di dipingere con le tempere… “tempre tempre mammaaaa mammaaa tempre! Mamma neniiii! Mamma!”;

Io che vago da una stanza all’altra, con in una mano una brugola, nell’altra lo scotch, che richiamo la duenne che sta tentando di prendere da sola le tempere scalando l’armadio.

Insomma, fosse stato per me, oggi la mia giornata oggi sarebbe durata 4 minuti: due minuti di benessere in cui mi sentivo Wonder Woman, altri due minuti in cui ok ho sonno, ma dai faccio tutto da sola con calma, tanto i bimbi dormono, – e poi niente, è sera via si va a dormire.

In un modo o nell’altro comunque, a fine giornata ci sono arrivata.

Verso fine serata, addirittura, mi slancio in giochi pazzi con il cinquenne…

Ma se vi dico che perdo la coordinazione, non sto esagerando…

Guardate un po’ cosa ho vinto:

 

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia Pagina Facebook

Precedente Non dorme e non mangia? Spesso non è colpa nostra! Successivo Mr. Morbo Improvviso

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.