Ma ti è venuto o l’hai cercato???

Care Mamme,

Parliamo di un’altra domanda da aggiungere a quelle che non andrebbero mai chieste ed invece molti chiedono!

Nonostante tra Giacomo ed Aurora ci siano 3 anni di differenza, alcuni mi hanno posto la famosa domanda: “Ma ti è venuto o l’hai cercato?” Praticamente un po’ come ti viene un brufolo o come cerchi il calzino spaiato.

E lo stesso vale se rimani incinta e non sei sposata/under 30/hai già due figli/non lavori.

Ma io dico, come cacchio vi viene in mente di fare una domanda del genere?

“No guarda non lo volevo proprio per niente, l’avvisi te la zie Marietta ,Pinuccia e Germana che non hanno Facebook? Perché ho già fatto un post per tutti gli altri!” Eccerto! Una cosa così intima e familiare perché non dovrebbe essere dominio di tutti e soprattutto fare in modo che tutti, un domani, si ricordino questa cosa e così nei secoli dei secoli, il “figlioVenuto”, potrà sapere che mamma e papà non avevano pianificato il suo arrivo? Così nel caso in cui fosse stata la sorpresa più bella mai avuta, tutti potranno rinfacciargli che non era benvenuto e magari un ricordo di Facebook lo ricorda pure ai genitori. Una figata no? Sarà mica un trucco degli psicoterapeuti per avere pazienti a vita????

E quando dici che l’hai cercato ti  senti immediatamente ebete. A me è successo. Rispondi d’istinto, ma poi ti fermi e pensi “Ma come cacchiarola si permette?!” E il bello è che la tipologia di persone che fa queste domande, nel caso in cui tu risponda che l’hai cercato, non ci crede! Le vedi che si mordono il labbro mentre soffrono perché volevano coglierti sul fatto! E si arrendono solo se fai vedere loro dei filmati in cui tu ed il futuro papà, vi facevate una promessa di <<ricerca di un bambino>>. E se c’era il notaio presente era meglio. Vincete a mani basse se il notaio ve lo siete proprio sposato.

Insomma care mie pettegole…se incontrate una conoscente incinta non fate questa domanda, perché un bel giorno qualcuna potrebbe rispondervi: “Non preoccuparti di me, dimmi di te piuttosto…ma il cervello non t’è venuto proprio o l’hai cercato e non l’hai trovato?”

 

 

 

Precedente Inno alla lentezza e alla noia Successivo Se c'è una Mamma c'è un Papà

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.