Crea sito

Ma perché voi prima dei figli eravate SEMPRE felici??

Allora ammettiamo che siate in giro con il vostro frugoletto neonato.

Avete dormito 8 ore in 8 giorni e benché sia estate, avete indossato un vestito di velluto perchè è l’unico indumento pulito che avete trovato in casa oltre all’accappatoio.

Incontrate una persona X, pensate voi al prototipo che vi infastidisce di più e fissatelo nella vostra mente.

Ora immaginate che vi dica:

“Ciao cara!!!!! Ma allora è nato!!!!! Ma allora adesso per te esiste solo la felicità, la beatitudine, la gioia, la gratitudine, l’apoteosi, il gaudio più immenso!!!!”

E tu rimani lì impalata, tra la voglia di piazzarle una testata in mezzo alla fronte e quella di urlarle in faccia un mega vaffanxxxx con tanto di alitata e sputacchi e con una forza tale che lo spostamento d’aria dell’onda energetica di Goku in confronto è una puzzetta di passerotto.

Con immane difficoltà non lo fate e balbettate: “Sì insomma per ora è un po’ dura…”.

La persona X sgrana gli occhi ed esplode: ” Ehhh ma che muso lungo! Hai una creatura sana e bellissima tra le braccia e ti lamenti?! Mahhh!”

Rimanete lì come una cacca. La persona X se ne va e voi tornate a casa con voi stesse, vostro figlio ed un senso di colpa così pesante che fa suonare il sensore dell’ascensore.

Ora io vorrei dire una cosa:

M prima dei figli voi eravate sempre felici?


No vero? Ed allora non è che un figlio è una gomma che cancella le emozioni negative e mai e poi mai più più piùissimo proverete tristezza/rabbia/paura.

Già si parte “con danno” come direbbe mio figlio in piena fase carte Pokemon, perché nasce il bebè e così per scherzetto, la natura ti regala il crollo ormonale, perché aver partorito, essere private del sonno e avere le puppe doloranti non era abbastanza.

Poi cambia tutto, perché bisogna assestarsi alla nuova vita, ritrovare un equilibrio col papà, magari il papà è geloso di mamma e bimbo o voi siete gelose di papà e bimbo, le coliche, le cacche straripanti, i consigli non richiesti ingeneranti ansia che esplode come la cola con la Mentos,  le prove per capire come cacchio si smacchiano i body dalla cacca straripante (mi raccomando levateli dalle gambe, fidatevi, n.d.r.), il ruttino, le gocce di vitamine e la zia Abelarda che vi chiama mentre stavate facendo il pisolino per dirvi che cominciano le nuove puntate di Don Matteo.

Come se questo non bastasse, la vita va avanti.

Magari vi si rompe la macchina e dovete spendere 500€ ,mica potete pagare in pannolini usati!

Vi casca un cassetto sul mignolino del piede, non è che ci poggiate sopra vostro figlio e magicamente il dolore sparisce!

Oppure pensiamo a cose tipo andare a fare la spesa prima e dopo i figli o andare al mare prima e dopo i figli. Persone X avete presente?

Quindi care neo mamme, tutte ‘ste persone X, ma pure Y e Z, non possiamo eliminarle, le troveremo sempre e soprattutto quando saremo stanche e avvilite. Però possiamo imparare a rispondere a tono alla loro domanda circa la nostra felicità! Come? Con un esercizio di burla e sdrammatizzazione, ovvio! Fate un’espressione seria e solenne e dite:

“Guarda ti rispondo con una frAse del celebre poeta erandonio: <<Nel cammino della vita, quando è grano, quando è calamita!>>”.

Me lo sono appena inventato, non ha alcun significato, ma sapete che figurone farete???!!!! E invece che col senso di colpa, tornerete a casa con orgoglio e gagliardezza stile emoticon con gli occhi a stella!!! Il sensore dell’ascensore non suonerà, ma dovrete entrare di profilo per riuscire a far passare tutta la vostra magnificenza!!!

E soprattutto potrete sghignazzare stile Muttley immaginando le persone X che passeranno la giornata a cercare il significato della vostra citazione su Google!

N.B: NESSUNO HA DIRITTO DI DIRCI COME DOBBIAMO SENTIRCI E SOLO NOI SAPPIAMO PERCHÉ CI SENTIAMO IN UN CERTO MODO! GIUDICATE MENO E OFFRITE IL VOSTRO AIUTO, CASOMAI.

 

Se l’articolo ti è piaciuto rimani aggiornato seguendo la mia pagina Facebook e il mio profilo Instagram 🙂 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.