Blogger e Instagram: prendiamoci in giro

Cari tutti,

dopo settimane di silenzio mediatico, ho voglia di fare qualche risata.

Ovviamente con le mie amate categorie. E ieri sera, stravaccata sul divano a tarda ora, mentre guardavo Instagram, mi è venuta l’idea.

Avendo solo il profilo del blog e non uno personale, ovviamente, la maggior parte delle persone che seguo sono mamme blogger;  scorrendo velocemente le varie foto, mi sono accorta che ognuna di noi (ve l’ho detto ho voglia di ridere quindi mi ci metto anche io), ha uno stile ben preciso, e a volte, diventiamo pure noiose, con foto sempre dello stesso genere.

Alcuni esempi?

Categorizziamo!

Mamme e figlie vestite uguali: guardi la prima foto e pensi -figataaaaa!- guardi la seconda e osservi -carine, anche questa volte uguali!- la terza esclami, -avranno anche capi spaiati??????-Che ogni tanto va benissimo, ma ogni giorno viene l’anZiaaaaaa!

Selfie: selfie buongiorno, selfie colazione, selfie lunedì-martedì-mercoledì-giovedì-venerdì-sabato-domenica, selfie pranzo, selfie pomeriggio, selfie sera, selfie buonanotte, selfie..du palle!

Foto a piedi nudi: è gennaio, in casa sei col maglione che ti copre dal naso alle ginocchia, ma no, ai piedi non hai freddo. Alla faccia dell’eventuale pavimento riscaldato, ma un paio di calzini! Non c’è niente di più figo dei pantaloni lunghi e i piedi scalzi lo so, ma sappiate, che io che dormo col calzettone combattivo sotto al piumone, vi odio.

Foto con animali: anche queste ogni tanto son tenerissime, ma quando dopo 876 il vostro cane/gatto/criceto/dinosauro non estinto vi fanno l’espressione che chiede pietà, fermatevi!

Foto di bambini: Ahhhhhhhhhhhhh! Ecco la top delle top. Anche io sono maniaca delle foto e più si hanno bambini piccoli, più foto si fanno, perché si sa, ogni secondo è una conquista e vogliamo illuderci che una foto ci basterà per non scordare nulla. Ma magari ai vostri followeersss non gliene frega un tubo di vedere Guglielmuccio di fronte/di tre quarti/di schiena/dal basso/dall’alto/sveglio/assonnato/addormentato, vi pare?

Foto di bambini di schiena: eccomi! Ho aperto un blog pubblico e non mi va di far vedere i miei bambini a tuttituttitutti. Perché magari tra 15 anni penseranno che scriva cavolate, faranno finta di non conoscermi ed almeno, non dovrò passare ore a sostituire tutte le foto. Però mi rendo conto anche io che a volte, potrei avere preso dei bambini a caso dato che se scorrete le mie foto, troverete schiene-nuche-orecchie-mani-piedi. Vabè penso che non sarete mangiate dalla curiosità di sapere che volto hanno giusto? Mi sa di no…

instagram

Foto dall’alto e sdraiati: che palle stare in piedi, verticali, che banalità! Vuoi mettere fare o farsi fare foto da sdraiati? Non le fate? Dilettanti!

Le foto finte natural: Per me esistono due tipi di foto: le foto “rubate” e quelle in posa; quelle che si vede lontano 12 chilometri che sono studiate e vogliono passare per naturali, mi infastidiscono. No perché non potete postare “Beccati mentre uscivamo in fretta e furia” con voi con espressione stupita di sorpresa con capello fatto, trucco ineccepibile, tacco 134, pupi impeccabili e buoni. Eddai. Fate più bella figura se commentate “che fatica fare foto fighe”e sarete più simpatiche a molti! (E alzerete l’autostima a molte!)

Foto di paesaggi: vuoi fare la filosofa/romantica/idealista/riflessiva/intelligente? Basta postare una foto di un paesaggio con didascalia con parole suggestive ed il gioco è fatto. “Pace”, “Interiorità”, “il senso delle cose”, “calma” e tra un rutto e una caccola, passerete come intellettuali moderne.

Foto casual di sponsorizzazioni: premetto che invidio terribilmente tutte quelle che ricevono prodotti in cambio di recensioni e quindi il mio commento è più soggettivo degli altri; ma. C’è un ma. Se vi regalano un set per fare greche sul soffitto, non commentate la foto di voi che con posa plastica state dipingendo con “Ecco quello che mi mancava per essere completa” daiiiiii! Chi ci crede? Perché non un bel “a caval donato non si guarda in bocca??!?!?!?!?!” Ok, sto rosicando.

Che ne pensate mamme blogger?

E voi mamme nonblogger?

Attendo commenti e nuove categorie e se l’articolo vi è piaciuto, seguitemi sulla mia Pagina Facebook ed ovviamente sul mio Profilo Instagram mamma_bradipa  !

 

Precedente Occhiali nuovi, visione nuova Successivo Le mamme "così intanto si abitua"

2 commenti su “Blogger e Instagram: prendiamoci in giro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.