Settembre, mese di inserimento…unica parola che riecheggia nella testa di ogni mamma. Ma come possiamo affrontare al meglio questa fase che, più che per ogni bambino è constatato sia più difficile per noi mamme?

Bene per prima cosa, armiamoci di santa pazienza. Ci ritroveremo a fare i conti con orari spropositati per cercare di far ambientare al meglio i nostri figli in questo mondo a loro tutto nuovo. Quindi prima l’ingresso di mezz’ora; poi si sta là la mattina qualche ora per coinvolgere i bambini alle più svariate attività che faranno durante l’anno scolastico; poi la pappa tutti insieme; (bravi facciamola fare a noi mamme nel bel mezzo delle nostre diete ipocaloriche mentre i bambini divorano davanti a noi qualsiasi cosa); poi la nanna (per tutti i bambini che si fermano per dormire, ci toccherà attendere fuori da una stanza  mezz’ora e più, finché finalmente tra pianti infiniti non cadranno tra le braccia di Morfeo).

Dopo una settimana passata al nido, o scuola materna; arriva il momento di lasciarli soli (alt; non tutto il giorno; ma scaglionando ogni singolo passaggio precedentemente descritto; in vari giorni alterni. Infine se tutto va bene; dopo un mese dove anche voi sarete tornate un po’ bambine; finalmente ritroveremo del tempo per noi.

Ma ammettiamolo l’inserimento; è davvero più difficile per noi che per loro. Li vediamo lì; attaccati alle nostre gambe e braccia che non voglio assolutamente mollare la presa; li sentiamo strillare; li lasciamo lì soli con le lacrime agli occhi…sì è vero è più difficile per noi; voltare le spalle e lasciarli in quelle stanze piene di giochi, maestre amorevoli e nuovi amici da conoscere.

Tranquille; dopo qualche settimana di lacrime versate da noi mamme; capiremo che è lì il loro posto; il loro futuro; il loro primo passo verso l’ indipendenza (alla fine mica vanno in guerra, stanno meglio loro; eccome se stanno meglio).

Ma per essere tranquille al centro per cento che i nostri bambini non perdano il loro piccolo guardaroba; regalmente comprato; lavato; stirato e profumato…cosa possiamo fare prima dell’inserimento?

inserimento

Noi per l’inizio del primo anno di nido; che sarà l’unico perché l’anno prossimo Edoardo andrà alla materna ci siamo affidati a Stikets Italia. Azienda nata dal progetto di una mamma (e chi più di noi riesce a captare un’esigenza così importante); sul loro sito è possibile creare e personalizzare diversi tipi di prodotti. Etichette personalizzate adesive (resistenti a forno a microonde, lavastoviglie e agenti esterni); termoadesive (resistenti a lavatrice e asciugatrice); etichette per scarpe; fettucce appendiabiti; braccialetti; adesivi; patch; adesivi murali e tanti altri prodotti da poter scegliere come regalo.

 

inserimentoGrazie alla collaborazione instaurata con Stikets Italia; noi abbiamo scelto il pack base (il Pack base contiene 142 etichette; 48 etichette termoadesive piccole per vestiti, 84 etichette adesive (36 mini, 24 piccole, 20 medie, 4 grandi), 8 etichette per scarpe (4×2), 2 Targhette Identificative per bagagli.

Se anche voi siete alla ricerca di prodotti originali; e di qualità andate sul loro sito e fatevi sorprendere  dalla miriadi possibilità di personalizzare ogni vestito; o qualsiasi oggetto della vita quotidiana di vostro figlio; grazie al codice sconto XD8CDCA3 avrete sul vostro ordine il 10% sul prezzo finale.

inserimento

 

 

In attesa del nostro prossimo inserimento; noi termineremo tutte le etichette con i continui cambi che portiamo giornalmente al nido; io mi godrò qualche mattinata libera; ed Edoardo farà nuove scoperte.

Dimenticavo…preparati alle più svariate ed inimmaginabili malattie contagiose!!! 😛

 

 

 

Un abbraccio Cuoredimammamanu

 

cuoredimammamanu