Gallipoli estate 2017.

gallipoli;"

Eccomi a raccontare la mia prima vacanza da mamma a Gallipoli, la mia terra d’origine; dove appena arrivi vieni inondato dall’odore di terra rossa e ulivi bruciati; nel luogo in cui il cielo e il mare si confondo all’orizzonte; il sale del mare rimane sulla tua pelle dopo un bagno nelle sue acque cristalline; dove 15 anni fa sulla spiaggia potevi permetterti il lusso di arrivare alle 10.00 del mattino ed avere comunque spazio vitale per rilassarti con la tua famiglia; dove tra la sabbia potevi vedere unicamente pezzetti di legno bruciati dalla sera prima da gruppi di ragazzi radunati intorno ad un falò e non tappi di birra, bicchieri di cocktail, cannucce o flayers con l’elenco degli eventi della stagione.

Quasi ogni anno torno a Gallipoli e quest’anno sono tornata da mamma. Doveva essere una vacanza rigenerante; ma non avevo assolutamente idea di come trascorrere una “vacanza” con un figlio potesse essere tutto tranne che rilassante, o perlomeno semplice.

gallipoli
Grazie Easyjet

Iniziamo da come vengono organizzate le valigie…le sue di valigie! Perché se quando non sei mamma ti servono 4 valigie; una per i vestiti, una per intimo e costumi, una per le scarpe, ed infine una trousse per i trucchi e le varie creme solari da spalmarti in un ordine ben preciso in modo da poter avere una abbronzatura perfetta fino a pasquetta dell’anno successivo; quando diventi mamma la sistemazione delle valigie cambia. Per te riservi uno zainetto con dentro 3 costumi; il cambio giornaliero dell’intimo (ma poi ti trovi alla fine a dover lavarlo e quindi si dimezza per fare spazio in più per loro); due vestitini (uno per uscire e l’altro per casa che a fine vacanza avrà preso i mille colori delle varie pappe mangiate); un asciugamano da dividere con tuo marito e infine un paio ciabattine con le borchie da mettere nelle “serate”.

I bagagli del primo figlio sono infiniti e pieni di “metti che”; la borsa fasciatoio diventa la valigia che puoi trasportare in più; quindi butti dentro tutti i suoi vestitini (dal body a canottiera, alla maglia con la manica lunga e il giubbotto antivento…metti che…); il tuo bagaglio a mano è pieno di bavaglini e pappe pronte all’uso; rifornimento di pannolini che non guasta mai (ma alla fine ti ritrovi a comprare altri due pacchi in vacanza); e il bagaglio a mano del tuo compagno con tutti i suoi vestiti (guarda caso in vacanza non rinunciano mai a nulla e soprattutto non deve mancare il costume uguale al suo cucciolo)

gallipoli
IL LORO COSTUMINO UGUALE

ma che riesci ad infilarci dentro anche qualche giochino di tuo figlio (tanto sai già che al ritorno prenderai un borsone in più per poter mettere il secchiello che hai comprato in spiaggia insieme alla pallina che gli piaceva tanto e al salvagente che usava).

 

gallipoli
Questa sì che è vita…

Da non dimenticare i due oggetti che hai il lusso di poter portare con te: il seggiolino auto (così risparmi soldi  nel noleggio auto) ed il passeggino, che puntualmente qualche gentiluomo posandolo con tutta la delicatezza del mondo sul rullo trasporta oggetti dell’aeroporto ti danneggerà.

Tutto sommato quando sei in vacanza con i figli non è poi così complicato; devi semplicemente mettere in conto che cambia la tua percezione di vacanza; dimentichi cosa significa poter stare sdraiata sul lettino a prendere il sole tutta bella unta dal tuo superabbronzante; rinunci a cenare tutte le sere alle 22.00 al ristorante per poi goderti una bella passeggiata in riva al mare, terminando con un cocktail nel tuo lido preferito; il bagno al tramonto diventa la doccia in 3 che fai a casa per dimezzare i tempi e riuscire a far cenare il tuo bimbo prima che gli venga l’ennesima crisi quotidiana di pianto di fine serata. Dopo la sua cena, alle 21.00 sei in giro per il paesino a passeggiare con il tuo passeggino rotto per farlo addormentare continuando a salutare la gente del posto seduta fuori dalle loro abitazioni tipiche di Gallipoli. gallipoli

Attendiamo la prossima vacanza a Lanzarote con i nostri amici; partenza sabato 12 agosto; nel frattempo possiamo assicurare che io, papa Gabri ed Edoardo nella nostra prima vacanza insieme ci siamo divertiti davvero un sacco.

gallipoli

CuorediMammaManu