ALLATTAMENTO AL SENO

ALLATTAMENTO AL SENO

Allattamento al seno, pensavo non lo avrei mai fatto e l’idea non mi piaceva troppo ma si è rivelata una delle cose più belle che mi è capitato di provare. Diciamo che io non avrei avuto molta scelta visto che Bb non era in grado di mangiare dal biberon e ci è riuscita solamente a 11 mesi ma lo avrei fatto lo stesso. Era bellissimo, una sensazione indescrivibile anche se devo ammettere, è abbastanza impegnativo perchè a differenza dell’allattamento artificiale non puoi chiedere a qualcun’altro di farlo per te e soprattutto non sai esattamente quando mangerà la volta successiva. Non ci sono regole e ce ne sono tantissime. La più importante secondo me è capire che non è obbligatorio farlo se non ci si sente o se non si ha latte. Meglio il latte artificiale che una madre isterica…
Prima di decidere se allattare al seno o con latte artificiale considerate la vostra organizzazione e il vostro stile di vita, cercate di conoscervi e di riflettere sul vostro livello di pazienza, su quanto vi sentireste a vostro agio ad allattare in pubblico e su qualsiasi altra necessità che potrebbe contrastare con l’allattamento. Ricordate inoltre che potete sempre cambiare idea e che potete anche decidere di fare un allattamento misto. Comunque vi dirò quello che avevano detto a me in ospedale quando è nata la mia BB e quello che ho imparato io da sola in un anno di allattamento…spero questo articolo vi sarà utile…
ALLATTAMENTO AL SENO

ALLATTAMENTO AL SENO

il latte materno protegge dalle infezioni, non espone al rischio di allergie, è sterile, sempre disponibile, alla giusta temperatura, digeribilissimo e ideale per il neonato, inoltre il contatto fisico mamma-bambino è davvero meraviglioso…

durante le prime settimane di vita del bambino la poppata deve essere offerta a richiesta di giorno e di notte. la durata media della poppata è di 30 minuti anche se la mia ci metteva anche 1 ora…

Molti dicono che sia meglio allattare da tutte e due i seni ogni volta io ho imparato che il primo latte che esce è quello che disseta mentre dopo qualche minuto esce quello che ha il nutrimento quindi il mio consiglio è di “svuotare” completamente uno dei due seni e poi passare eventualmente all’altro e la poppata successiva ripetere l’operazione cambiando seno.

la dieta della mamma deve essere libera e varia ricca di proteine, latte e formaggi (con moderazione) minerali, frutta, verdura, cereali e tantissimi liquidi...questi sono indispensabili per l’allattamento al seno. ovviamente sono da evitare farmaci e se sono davvero necessari dovete chiedere consiglio al vostro medico perchè i medicinali passano attraverso il latte.

il latte materno può anche essere tirato e conservato. potete tirarlo con un tiralatte a mano o elettrico (ve lo sconsiglio…) e potete conservarlo in contenitori sterilizzati o bolliti. potete conservarlo in frigo a 0-4° per 48 ore o congelarlo in freezer per 3-6 mesi.
Per scongelare il latte mettetelo in frigo e poi a temperatura ambiente. Una volta scongelato conservarlo in frigo per 24 ore senza ricongelarlo.

Quello che mi hanno sempre consigliato e che io trovo giusto è che l’allattamento al seno non deve diventare un ciuccio…dopo poche settimane la mamma si renderà perfettamente conto se il neonato piange perchè ha fame o per altri motivi e saprà offrire il seno quando sarà necessario. in ogni caso la mamma ha sempre ragione quindi seguite il vostro istinto e godetevi questa meraviglia!

Più avanti vi parlerò anche degli scatti di crescita…quei momenti in cui pensi di non avere più latte e di non poter più soddisfare il fabbisogno del bambino e invece è solo lui che sta crescendo e ha bisogno di maggior produzione…lo sapevate?

Torna alla HOME PAGE
Clicca mi piace alla mia pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta

ALLATTAMENTO AL SENO

Precedente COSA BISOGNA COMPRARE PER NEONATO Successivo RITORNO A CASA NEONATO