Genitori spazzaneve e genitori elicottero: perché?

GENITORI SPAZZANEVE

Li vedi ogni giorno i genitori spazzaneve e non puoi fare a meno di chiederti sconsolato: perché? Sono chiamati così tutti quei genitori che, pur di evitare qualunque tipo di frustrazione ai figli, spianano loro la strada per rendere tutto semplice. E non tollerano che nessuno metta in dubbio il fatto che il proprio figlio subisca continue ingiustizie: la maestra non capisce niente quando lo rimprovera, l’istruttore di nuoto è troppo severo. Adesso ci pensano mamma e papà. Vogliono essere insostituibili e sentirsi sempre dire che il bambino che hanno generato è il più bello, il più diligente, il più bravo in qualunque cosa. E fanno di tutto per riuscire a far sì che questo accada.

LEGGI ANCHE: Chi mena per primo mena due volte

Voi non vi riconoscete nei genitori spazzaneve? Io un po’ sì. E questo articolo lo scrivo come una riflessione personale per modificare alcuni atteggiamenti che, alla luce di queste teorie, vengono fuori dal mio carattere.

Perché i genitori spazzaneve recano gravi danni allo sviluppo dell’autostima, dell’autonomia e della capacità di relazionarsi dei propri figli.

Ad esempio, quando era più piccino, preparavo la cartella e l’astuccio di Matteo. Perché lui è disordinato e perde tutto. Altrimenti, poverino, a scuola poi non trova niente. E’ quel poverino che mi fa riflettere. Non è poverino. Dovrei insegnargli ad essere ordinato e non fargli trovare la strada spianata. In questo modo lui non imparerà mai. Per fortuna non mi vengono in mente altri atteggiamenti “gravi” ma se li cerco, di sicuro, li trovo.

GENITORI ELICOTTERO

Una seconda specie di genitori che genera danni sullo sviluppo consapevole e sano dei propri figli è chiamato genitori elicottero. Di solito ti fanno sentire un genitore disattento e decerebrato. Perché loro mandano in gita il proprio figlio ma non si limitano a fare ciao ciao con la manina all’autobus (e già ci sarebbe da dire…ma io lo faccio sempre e taccio in cuor mio) ma seguono tutta la scuola con la macchina perché “con tutto quello che si sente, almeno noi ci siamo…” Loro accompagnano i bambini alle feste e rimangono a supervisionare cosa succede. Sia mai che qualcuno dovesse fare un torto al proprio figlio. E rimangono spesso fuori dall’aula aspettando che la maestra compia qualche atrocità nei confronti del proprio cucciolo indifeso.

Questi genitori crescono figli che sono in un continuo stato di ansia e vedono ingiustizie ovunque. Crescono con la convinzione che solo mamma e papà capiscano e rispettino i loro bisogni.

Cosa si cela dietro questo atteggiamento?

Di solito i genitori spazzaneve e quelli elicottero hanno un solo figlio di cui occuparsi e concentrano su di lui tutte le aspettative senza capire che la frustrazione serve nella vita a capire che se non studi non prendi 10 e che se non ti impegni non raggiungi risultati soddisfacenti. Sono genitori totalmente incapaci di capire che se il bambino vuole indossare una maglia a maniche corte in inverno devono dire no e basta e non convincerlo con mille moine per poi generare un capriccio sterile e inutile in cui il bambino ha la meglio. Sono quei genitori che hanno immaginato di avere un bambino che non corrisponde alla realtà, non hanno fiducia nelle sue capacità e non credono che abbia particolari competenze. Ed è per questo che lo controllano a vista, che gli spianano la strada e si sostituiscono a lui. Ma in questo modo quel bambino non capirà mai chi è, cosa può fare e cosa dovrebbe fare per ottenere quello che vuole. Perché non ne ha bisogno.

Lasciate che litighino con i compagni. Lasciate che vadano a scuola senza aver fatto i compiti e che provino cosa vuol dire avere i sensi di colpa. Lasciate che indossino la maglia a maniche corte in pieno inverno, tanto, non appena varcata la soglia di casa, vi chiederebbero un giubbotto. Lasciateli vivere. Perché non sono una vostra appendice.

PER APPROFONDIRE: Come affrontare i litigi tra bambini

Precedente ll cestino dei tesori: come si realizza e come si gioca