La barca di San Pietro e Paolo: esperimento per bambini

COME FARE BARCA SAN PIETRO E PAOLO

Il 29 Giugno, a Roma, si festeggiano i santi patroni Pietro e Paolo. La tradizione vuole che arrivarono a Roma a bordo di una imbarcazione e fondarono le basi del cristianesimo.

La sera del 28 giugno, vigilia del giorno dedicato al santo Pietro e Paolo, è tradizione tramandata dalla notte dei tempi, con grande mistero e un pizzico di magia, ricreare quella barchetta che ha assunto, nel corso dei secoli, grande significato tra i contadini: da come si formava la barca, infatti, loro sapevano leggere il risultato del raccolto nei campi dei mesi successivi.

LEGGI ANCHE: Esperimenti elettrizzanti

Un esperimento molto bello da fare con i bambini quello della barca di Pietro e Paolo che, a seconda dell’età, si può raccontare come storia magica oppure come esperimento scientifico vero e proprio per spiegare l’influenza della luna sui fluidi.

ESPERIMENTO BARCA SAN PIETRO E PAOLO

Vediamo allora cosa occorre per il nostro esperimento:

OCCORRENTE

  • Vaso o bottiglia di vetro
  • Una chiara d’uovo
  • Acqua

PROCEDIMENTO

  1. Prendete un vaso di vetro trasparente e riempitelo di acqua fino a tre quarti
  2. Versate all’interno una chiara d’uovo
  3. Lasciate la bottiglia fuori dalla finestra o in giardino/balcone/terrazzo per tutta la notte
  4. Al mattino si può ammirare il risultato della magia

SPIEGAZIONE BARCA DI SAN PIETRO E PAOLO

Qual è la magia? Durante la notte l’attrazione della luna e la rugiada del mattino creano dei filamenti nella chiara dell’uovo che hanno vagamente la forma delle magiche vele della barca dei santi Pietro e Paolo.

Matteo ed io faremo l’esperimento di sicuro per la prima volta questa domenica. Se lo fate anche voi mandatemi le foto del risultato alla mail mariaelena.labanca@gmail.com e le pubblicherò insieme alle mie

PER APPROFONDIRE: Colata lavica per bambini

 

 

 

 

Precedente L'importanza della noia: ecco perché serve annoiarsi Successivo Crescere bambini creativi: ecco come farlo e perchè è importante

Lascia un commento

*