L’importanza della noia: ecco perché serve annoiarsi

IMPORTANZA DELLA NOIA

La parola d’ordine dell’estate di mio figlio sarà annoiarsi. Ho un bambino che sta crescendo bombardato da stimoli di ogni genere, pieno di impegni che fatico io per prima a gestire: scuola, compiti, attività musicali e sportive ci hanno visti per tutto l’inverno combattere contro il tempo tiranno per incastrare ogni cosa al suo posto. Durante gli anni passati ho sempre iscritto Matteo ad un centro estivo fino al momento delle mie ferie. Quest’anno, visto che il centro estivo lo gestisco io, ho deciso di tenerlo con me. Sarà dura perché tra andata e ritorno passeremo almeno 2 ore e mezza in auto… lui, io e la noia. Ma non è una punizione! E’ una scelta di coerenza pedagogica e di opportunità.

LEGGI ANCHE: La lenta agonia della creatività

PERCHÉ SERVE ANNOIARSI

E’ solo nel momento in cui non abbiamo stimoli che siamo in grado di fare i conti con noi stessi e trovare le risorse e la spinta propulsiva necessarie a sviluppare la creatività. E la creatività e la noia vanno a braccetto come gioia e tristezza nel film Inside out.

I BAMBINI E LA NOIA

Mi sono chiesta più volte nel corso degli anni, quando Matteo era più piccino, che fine facesse la creatività nel corso del tempo e per quale motivo venisse smarrita con la crescita. La risposta è che i bambini si abituano ai nostri ritmi frenetici, si abituano ad essere continuamente bombardati di stimoli e non sono più in grado di organizzarsi da soli.

LA NOIA E’ UNA RICCHEZZA

La noia è una grande ricchezza. Solo provando quella sensazione si può essere in grado di rinnovarsi e darsi la spinta propulsiva per riorganizzare il proprio tempo e i propri spazi. Avere tempo da dedicare a se stessi e ai propri hobby senza fretta è la vera ricchezza. Tutti noi siamo incatenati alla mancanza di tempo, al tempo che manca, al tempo che fugge e che non c’è e non torna.

Voglio che mio figlio impari, questa estate che ne abbiamo la possibilità, a scandire il suo tempo secondo modalità a lui proprie, da scoprire da solo e senza fretta. Abbiamo tutto il tempo per farlo.

PER APPROFONDIRE: Come crescere bambini creativi

 

Precedente Girelle di sfoglia con cioccolata: golose e sfiziose, talmente semplici che le ha preparate Matteo | foto Successivo La barca di San Pietro e Paolo: esperimento per bambini