Scelta della scuola media: 5 consigli utili

COME SCEGLIERE LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Scelta della scuola media – mi chiedo, mentre scrivo questo post, come sia possibile che io sia qui e che quel cosetto minuscolo abbia già 10 anni e che io debba iscriverlo alle medie!

Ma tant’è. E dopo tante ricerche e aver visionato 3 scuole pubbliche del circondario e una privata, alla fine sono giunta alla conclusione: la scuola sotto casa!

LEGGI ANCHE: Come scegliere l’asilo nido

Diciamo che stavolta, al contrario della scelta del nido, della scuola dell’infanzia e delle elementari volevo solo la conferma che la scuola sotto casa fosse quella giusta. Mi emoziona molto questa cosa: la scuola che frequenterà Matteo è la stessa dove andai io alla sua età.

La scuola elementare di Matteo (pubblica) ha organizzato un periodo di continuità con la scuola secondaria di primo grado dello stesso plesso in cui i bambini hanno conosciuto le aule, le professoresse, il programma didattico, hanno partecipato all’open day e avuto la possibilità di fare domande direttamente ai prof.

Scelta della scuola media – iscrizione

Dal 9 gennaio al 16 gennaio ci si può pre-registrare al sito da questo link   e dalle ore 9:00 del 16 gennaio si può completare l’iscrizione. Inoltre, se andate sul sito della scuola che avete prescelto trovate tutta la modulistica da presentare oltre al prezioso CODICE MECCANOGRAFICO che è il numero che il ministero della pubblica istruzione assegna ad ogni scuola.

Scelta della scuola media – consigli

1) INSEGNANTI: Una buona scuola è composta principalmente da insegnanti. Che siano tutti di ruolo è davvero fondamentale per evitare di trovarsi fino a dicembre senza prof…

2) AULE E PALESTRA: tutte le scuole che ho visionato avevano aule grandi e appropriate, nella scuola di Matteo tutte hanno la lim e una ha il progetto multimedialità con i tablet. La palestra della scuola di Matteo è ampia e molto utilizzata anche fuori dall’orario scolastico, infatti quest’anno frequenta lì il corso di mini-basket.

3) PROGRAMMA DIDATTICO: il programma didattico è fondamentale per capire a cosa la scuola dà priorità. Nella scuola che ho scelto per Matteo si insegnano due lingue a scelta tra inglese e francese e inglese e spagnolo. Inoltre, una cosa che ho molto apprezzato, sono i corsi pomeridiani di potenziamento tra cui il corso di inglese certificato Cambridge che si svolge subito dopo l’orario scolastico, con una pausa di mezz’ora per permettere ai ragazzi di consumare un pasto senza dover tornare a casa.

4) ORARI: L’orario di entrata e di uscita è stato inoltre determinante poiché non volevo che Matteo frequentasse la scuola il sabato: dal lunedì al venerdì dalle 8:10 alle 14:10 con la possibilità di fare 2 merende. La vicinanza della scuola media a casa permetterà a Matteo di essere a tavola alle 14:30.

5) VICINANZA SCUOLA-CASA: Avendo la possibilità di andare e tornare da soli, è importante che la scuola sia vicina a casa per potenziare autonomia e autostima. Matteo ha cominciato ad andare a scuola da solo già da quest’anno e non vuole più che sia io ad accompagnarlo ogni mattina. Nemmeno se lo costringo! Nemmeno se piove o fa freddo!

PER APPROFONDIRE: Come scegliere la scuola dell’infanzia

 

Precedente Vizi dei bambini: i 10 vizi che ho dato a mio figlio Successivo Torta cotta nel barattolo: la nuova frontiera della merenda!