Cesareo d’urgenza per il mio Mathias!

Share:
Condividi

Venerdì 9 luglio mi sveglio, come tutte le mattine mi alzo, apro i balconi e vado al bagno. Sento scendere qualcosa di strano, guardo….sangue!

Mi si ferma il cuore! Urlo per chiamare mio marito e in due minuti siamo in macchina in corsa verso l’ospedale.
Sapevo di avere la placenta previa centrale e avevo già capito che mio figlio sarebbe nato quel giono. Ma piangevo perchè era troppo presto, ero solo alla 31+5…

Al pronto soccorso un ragazzo mi lascia mi passare, faccio l’accettazione e la furba in guardiola con tutta la sua calma (scriveva al pc con un dito!) mi segna emorragia a 32 settimane codice VERDE! Della serie “si può anche aspettare”. Volevo picchiarla!

Salgo in reparto e per fortuna come lì come vedono la situazione chiamano subito la ginecologa di turno per fare eco e tracciato. Sul lettino ginecologico continuo a perdere sangue e vedo le facce preoccupate di ostetrica e ginecologa.
La ginecologa mi dice la verità (cosa che ho apprezzato) e dice che mi tengono sotto tracciato e sotto controllo per un po’, ma questione di poco o l’emorragia si ferma o devono intervenire. Lei si mette subito al lavoro e mi cerca un ospedale con neonatologia per alta prematurità per Mathias, mentre l’ostetrica sta li con me e mi controlla perdite e tracciato. Ogni tanto perdiamo il battito perchè Mathias si muove, ma lo ritroviamo.
L’emorragia nel frattempo diminuisce ma non si ferma.

Mando mio marito a casa a prendere la borsa e a mangiare qualcosa vista l’ora.
Passano quasi 3 ore. L’ostetrica esce e sento parlottare fuori dalla camera, è lei con la ginecologa e quella che ho scoperto poi essere la pediatra. Entra un mare di personale e cominciano a svestirmi. In due secondi sono pronta per la sala operatoria! Chiamo mio marito e gli dico di tornare su perchè sto per andare in sala operatoria.
La ginecologa a quel punto mi dice che devono intervenire. Mi aveva prenotato l’elicottero per trasferire me e Mathias a Vicenza, ma poi valutata la situazione era meno pericoloso far nascere il bambino da loro e trasferirlo in un secondo momento. Mi fa una carezza e mi dice: “Coraggio che andrà tutto bene”. Dopo di che si presenta la pediatra e mi dice che sarà con me e il mio bambino in sala operatoria. A quel punto si parte.

In sala trovo un altro mare di personale già pronto per me. Il primario che mi opererà dice a tutti di non perdere tempo, si arrabbia quasi! Cominciano a legarmi e io chiedo all’anestesista: “Ma non mi fate la spinale?”. Mi risponde che non si può perchè la perdita di sangue è troppo forte, si deve fare l’ anestesia generale. Ho un sacco di gente intorno e mi manca l’aria, non riesco a respirare. L’anestesista mi dà ossigeno e mi dice di respirare profondamente. Da lì in poi il vuoto!

Sento qualcuno che mi chiama, mi sveglio e il primario mi dice che ho un bellissimo bambino, ma io non lo vedo lo hanno già portato in patologia. Chiedo come sta e mi dicono che sta bene. Fuori trovo mio marito, che è preoccupatissimo. Ma lo vedo appena perchè sono ancora intontita.

Scoprirò poi che Mathias è nato dopo 8 minuti che ero dentro ma che io sono uscita due ore e mezza dopo perchè oltre all’intervento mi hanno somministrato due sacche di sangue.

Mi portano in camera e arriva la pediatra. Mi dice che Mathias ha solo bisogno di un filo di ossigeno ma che tutti i parametri sono buoni, quindi provano a tenerlo li.
La situazione cambierà nel pomeriggio quando comincerà ad aver bisogno di un po’ più di ossigeno quindi decidono per il trasferimento a Vicenza. Io non l’ho ancora visto ma non riesco ad alzarmi, quidni mi portano con tutto il letto mi portano in patologia per vederlo prima che arrivi il trasporto.

Il mio amore….Gli avevano messo un berrettino azzurro e sembrava un puffolino… Ve li ricordate i puffolini?
Sto li due minuti e poi dobbiamo uscire perchè lo devo preparare per il trasporto.

Mio marito rimane con me, poi alle 22 chiamiamo la tin di Vicenza per avere notizie e mio marito di andare su per vederlo.

Da quel momento si va a Vicenza tutti i giorni per stare con il nostro bimbo. Mathias è ancora in incubatrice e non sappiamo quando tornerà a casa. Alla nascita pesava 1770 grammi per 44 cm, ora pesa 1835 grammi. Ha due occhioni stupendi!!!

Racconto tratto dal forum, invia il tuo racconto a blog@banzaimedia.it

9 risposte a Cesareo d’urgenza per il mio Mathias!

  1. ANTONELLA scrive:

    SONO ANTONELLA E SONO AL 6°MESE DI GRAVIDANZA.
    SONO CONTENTA CHE NONOSTANTE FOSSE MOLTO PREMATURI SIA ANDATO TUTTO BENE..QUESTE BELLE NOTIZIE DOVREBBERO PUBBLICIZZARLE DI PIU’ ANZICCHE’ DIRE E INGIGANDIRE SOLO LE COSE NEGATIVE!!!

  2. felicia scrive:

    LA mia piccola ILARIA è nata con 25 giorni di anticipo un monitoraggio tutto a posto poi il panico totale…DEvo dire grazie al mio ginecologo ke venendo a sorpresa in sala operatoria ha capito ke c’era una rissa in atto ….immagginate io con flebo e dolori …….per fortuna ke sono qui a raccontare……

  3. felicia scrive:

    LA mia piccola ILARIA è nata con 25 giorni di anticipo un monitoraggio tutto a posto poi il panico totale…DEvo dire grazie al mio ginecologo ke venendo a sorpresa in sala operatoria ha capito ke c’era una rissa in atto ….immagginate io con flebo e dolori …….per fortuna ke sono qui a raccontare……

  4. giorgia scrive:

    che storia…..ho trattenuto il fiati fino alla fine!!!! tanti auguri,che il vostro piccolo possa tornare a casa prestissimo!!

  5. Lucy scrive:

    Sono felice che il tuo bimbo stia bene!!! Per fortuna hai trovato medici preparati che non hanno sottovalutato nulla. Davvero tanti auguri!(Comunque fossi stata in tuo marito ne avrei dette quattro a quella della guardiola! Sarei curiosa di sapere che codice avrebbe assegnato a qulcuna che invece conosceva!)

  6. Daniela scrive:

    Carissima,
    mi chiamo Daniela e sono alla 24 settimana. Da tempo so di avere la placenta previa centrale e sono a casa in assoluto riposo cercando di far passare quanto più tempo possibile per il nostro cucciolo. Vorrei farti alcune domande. NOn ti hanno proposto la ospedalizzazione dopo la 28 esima settimana? Hai avuto altre perdite prima di quella che hai raccontato? I medici ti avevano preparato a quello che ti aspettava? Il tuo piccolo ora è a casa?
    Scusa ma la paura mi sta uccidendo.
    D.

  7. Beatrice scrive:

    Ciao sono Beatrice…mi ha emozionato tanto leggere questo racconto!Anke io ho la placenta previa centrale…sono alla 31+4…e ogni giorno ke passa ringrazio Dio di farmi portare avanti la gravidanza…ma temo sempre ke mi succeda proprio come te e ke un bel giorno mi svegli e trovi qualke perdita!!!sono contenta ke per te sia andato tutto bene e sxo ke anke per me sia così con l’augurio, ke mi faccio da sola, ke possa arrivare almeno e 35 36 settimane…

  8. burbuqe scrive:

    Ciao a tutte,
    io sono alla 25a settimana e settimana scorsa ho avuto dei dolori fortissimi identificati dal medico del p.s. come normalissimi delle gravide “coliche renali”. Consigliato bere acqua e in caso di dolori fortissimi Buscopan. Vorrei sapere se qualcuna di voi le ha avute e se sono una cosa passeggera oppure dovrò conviverci fino alla fine. All’ idea di dover sopportare altri attacchi simili, mi viene una paura tremenda.
    Grazie.

  9. Lindam scrive:

    Grazie a tutte per i commenti che avete lasciato.
    Quando ricordo quel giorno piango ancora ma per fortuna Mathias è qui ed è l’unica cosa che conta!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>