Bambino di tre mesi sospettato di terrorismo !

BAMBINO DI TRE MESI SOSPETTATO DI TERRORISMO-   Un bambino di soli tre mesi è stato trattenuto per 10 ore dalle autorità americane per sospetto terrorismo.

Una vicenda che ha dell’inverosimile ma che è accaduta realmente. Prima di partire per Orlando negli Usa, al piccolino non è stato permesso di volare perchè le autorità sospettavano che fosse un pericolo per gli altri passeggeri. Prima di lasciare l’America infatti è necessario presentare una richiesta di visto, praticamente un’autorizzazione. Paul Kenyon, nonno del piccolo Harvey, ha compilato il questionario del nipote segnalandolo erroneamente come possibile terrorista. Alla domanda “Stai cercando di assumere voi o siete stati impegnati nel terrorismo, spionaggio, sabotaggio, o di genocidio? “ ha risposto Si, forse preso dalla fretta.

LEGGI ANCHE: Giulietta e Romeo: 400 anni dopo vicini di culla 

Prendendo seriamente in considerazione questa risposta, le autorità, senza verificare l’età del bambino, hanno tenuto per 10 ore lui e i genitori alla frontiera, per verificare che non ci fosse nessuna minaccia per il paese.

Il nonno e sua moglie sconcertati dalla vicenda sono stati in grado di prendere il volo che avevano prenotato, mentre Harvey e i genitori hanno dovuto viaggiare in un successivo momento, dopo aver chiarito che il loro piccolino non era di certo un pericolo per gli altri passeggeri, ma solo un fagottino pieno di amore.

Fonte: www.magicmaman.com

PhotoCredits: Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*