“No” Recensione di Filippo Dagnino

Un libro per riflettere sul razzismo

“No” scheda del libro a cura di Filippo Dagnino

AUTORE: Paola Capriolo

CASA EDITRICE: Edizioni EL

ANNO DI STAMPA: 2010

GENERE: drammatico

LUOGO E AMBIENTE: Alabama (Stati Uniti meridionali), nella città di Montgomery

PERSONAGGI PRINCIPALI: Rosa Parks

LINGUAGGIO: biografico

BREVE TRAMA: Questo libro narra la vita e la storia dell’importanza che ha avuto, nella società del Novecento, Rosa McCauley divenuta Rosa Parks dopo aver sposato Raymond Parks.

La storia si svolge nella capitale dell’Alabama: Montgomery dove, nel 1950, dopo la guerra, c’era ancora il razzismo organizzato nel sistema del “Jim Crow”, attraverso il quale tutta la gente di colore, compresa Rosa e la sua famiglia, non poteva stare in certi locali, autobus, negozi, bagni, ecc.

Inoltre i “neri” dovevano lavorare nelle piantagioni di cotone. Ed il libro racconta come Rosa, attraverso gli insegnamenti del nonno, delle sue vecchie maestre, di alcuni avvocati e di molte altre persone, riesca a farsi rispettare e sconfiggere il razzismo grazie all’aiuto datole dal leader Martin Luther King e da una semplice parola pronunciata per non dare il suo posto a un bianco su un autobus in linea: NO.

MESSAGGIO DELL’AUTORE: Questa vicenda insegna che le persone devono essere rispettate indipendentemente dal colore della pelle o per le loro abitudini. Inoltre per riuscire nelle grandi o piccole imprese bisogna sempre crederci.

***GIUDIZIO E COMMENTO PERSONALE: Il libro è piacevole da leggere perché scritto con semplicità e ricco di insegnamenti per il lettore.

Filippo Dagnino

No libro

Precedente Mamma, non te ne andare senza salutare Successivo LA FAVOLA DELLA CUOCA SAPIENTE