L’ISTINTO DEL SANGUE. RECENSIONE DI FILIPPO DAGNINO

L’ISTINTO DEL SANGUE

 AUTORE:

Jean-Christophe Grangé

 CASA EDITRICE:

Garzanti

 ANNO DI STAMPA: 2010

 LUOGO E PERIODO DI AMBIENTAZIONE:

Francia a Parigi, Nicuaragua, Guatemala, Argentina

 PERSONAGGI PRINCIPALI:

Jeanne Korowa, Antoine Féraud, il capo della polizia Reischenbach, François Taine

 LINGUAGGIO:

narrativo

BREVE TRAMA:

Jeanne Korowa è giudice istruttore al TGI di Nanterre a Parigi, in Francia. Si occupa e conduce delle inchieste su dei casi di criminalità comune a Parigi.Un giorno, però, un suo amico, giudice, di nome François Taine le racconta di un caso che ha in mano da poco e su cui ha iniziato a indagare. Questo caso parla di una giovane infermiera, un po’ sovrappeso, squartata e mezza divorata in un parcheggio sotterraneo di un istituto per bambini mentalmente disabili, a Parigi. Jeanne, peraltro senza autorizzazione, comincia a occuparsi del caso, ma non c’è assolutamente tempo da perdere visto che altre ragazze vengono uccise in un modo simile a quello con cui è stata uccisa la prima. Crimini tristemente familiari a Jeanne, crimini che le ricordano il delitto di sua sorella, l’evento che l’ha portata a diventare un giudice istruttore. Il serial killer e i suoi efferatissimi omicidi sono collegati allo studio di uno psichiatra. Questa indagine pericolosa condotta senza permesso da Jeanne, la porterà nei Paesi dell’America centrale per poi farla arrivare in Argentina, nella Foresta delle Anime: la culla dell’origine del male.

 COMMENTO PERSONALE:

“L’istinto del sangue” è un thriller ben congegnato e studiato che ti tiene con il fiato sospeso fino alla fine. La suspence non manca. E non manca neppure quella vena horror truculenta nelle descrizioni degli omicidi. Davvero un ottimo thriller e romanzo molto coinvolgente, che ti fa venire i sudori freddi per la suspence e l’ansia fino al finale dove c’è un gran colpo di scena. Un libro che consiglio, AGLI ADULTI, insieme agli altri thriller più famosi di Grangé: Miserere, La linea nera, Il volo delle cicogne, Il giuramento,I fiumi di porpora e Il concilio di pietra.
Filippo Dagnino listinto-del-sangue
Precedente OVETTI KINDER: UN PERICOLO ANNUNCIATO Successivo "L'albero in autunno"