L’abbigliamento nei bimbi piccoli

Come vestire i bimbi piccoli

La bambina e’ arrivata all’ambulatorio e appare sofferente, piange ed e’ molto nervosa. La madre e’ preoccupata, nonostante sia piuttosto coperta la sua piccola continua ad avere le manine fredde.

Eppure indossa collant di lana, pantaloncini di felpa, body a maniche lunghe, maglietta di cotone a maniche lunghe, ed un bel maglione di lana, piumino e l’immancabile berrettino. Non ci troviamo in Lapponia: siamo a Genova in una temperata giornata invernale di15/20°circa, senza vento con bel sole.

Subito salta all’occhio l’evidente contrasto con l’abbigliamento materno : maglietta di cotone, giacca mezza stagione. Luogo comune ci dice che il bambino più e’ coperto più e’ protetto e più e’ piccolo più necessita di essere coperto. E’ vero che un neonato non si muove e quindi può avere più freddo di un genitore in movimento ma e’ importante sapere che i bambini disperdono con più difficoltà il calore a causa di una sudorazione inferiore a quella dell’età adulta .

Manine e piedini freddi non sono quindi necessariamente campanelli d’allarme ma possono essere attribuiti ad immaturità del sistema di termoregolazione, cosa del tutto normale in un bebè .Non è chiudendosi in casa che si evitano i malanni. I bambini hanno bisogno di uscire stare all’aperto in luoghi puliti e verdi. Inoltre l’esposizione alla luce permette di sintetizzare la vitamina D, indispensabile per la loro crescita. Le ore migliori per uscire in inverno sono quelle più calde della tarda mattinata o del primo pomeriggio. Un’uscita all’aria aperta è da preferire alla frequentazione come scuole, sale giochi o abitazioni di amichetti, all’apparenza posti caldi e sicuri ma in realtà contenitori di germi. Non bisogna esagerare neanche con la temperatura ambientale: 18/20° sono sufficienti. Sono stati condotti una serie di studi che hanno dimostrato una correlazione tra l’elevazione della temperatura ed il rischio di SIDS (sindrome della morte improvvisa del lattante).Regolare l’ abbigliamento dei piccoli in base a quello indossato dai genitori o vestirli a cipolla è la soluzione più pratica e più efficace. La sovrapposizione degli indumenti permette di alleggerire i bebè adattandoli alla temperatura del momento, ad es. quando dall’esterno si passa ad un luogo chiuso e riscaldato o viceversa, evitando i temuti sbalzi di temperatura.

Monica Musso, infermiera pediatricavestirsi a cipolla 1200x1200

Precedente IL NATALE DEI PICCOLI Successivo Giocattoli per bambini: Come scegliere