PAGNOTTA CON LIEVITO MADRE

Print Friendly, PDF & Email

La pagnotta con lievito madre è un ottimo pane,semplice per quanto riguarda la preparazione e gli ingredienti da utilizzare ma con tempi un po’lunghi.
La pagnotta è stato uno dei miei primi esperimenti con il nuovo lievito madre nato nel mese di ottobre e devo dire che sia per il gusto che per il risultato finale ne sono rimasta entusiasta. Mi piace preparare il pane anche se a volte è davvero molto impegnativo ma tentando e ritentando prima o poi arriva il risultato tanto desiderato.
Mia figlia praticamente ne mangerebbe a quantità industriale e se le chiedi “Micaela è buono il pane che prepara la mamma?” Lei rispose “boissimo” ( buonissimo) 😂😜.

Pane con lievito madre

Pagnotta con lievito madre

INGREDIENTI :
* 200 g. di farina tipo 2
* 100 g. di farina manitoba
* 150 g. di semola rimacinata di grano duro
* 60 g. di lievito madre rinfrescato
* 280 g. di acqua a temperatura ambiente
* 5 g. di malto d’orzo oppure 1 cucchiaino di miele
* 1 cucchiaio non colmo di sale

PROCEDIMENTO :
Setacciate le farine nella ciotola della planetaria e versate la metà dell’acqua indicata negli ingredienti e cioè 140 g.
Sfruttando il metodo dell’autolisi lasciate riposare il pre-impasto per circa 1 ora coprendo la ciotola con pellicola trasparente.
Terminato il tempo di riposo aggiungete a pezzetti il lievito madre rinfrescato, il malto d’orzo e l’altra restante parte di acqua.

Avviate la planetaria con il gancio e iniziate ad impastare.
Aggiungete il sale e incordate l’impasto fino a quando non si stacca bene dalle pareti della ciotola.
Formate una palla bella morbida, trasferitela in una ciotola chiusa con pellicola trasparente e ponetela a riposare in frigo tutta la notte.

La mattina togliete l’impasto dal frigo e lasciatelo acclimare a temperatura ambiente per 2 ore.

Versatelo sulla spianatoia infarinata con la semola e schiacciatelo delicatamente con le mani formando un rettangolo.
Fate un giro di pieghe e arrotolate formando una pagnotta.
Adagiatelo all’interno di un cestino per lievitazione e copritelo con un panno pulito.
Lasciatelo lievitare per un paio di ore fino al raddoppio.
I tempi variano a seconda della temperatura che avete in casa.
Io ho impiegato circa sei ore con una temperatura ambiente di 21 gradi.

A lievitazione ultimata accendete il forno a 240 gradi e mettete sul fondo del forno un pentolino d’acqua per formare il vapore e creare umidità.

Infornate per dieci minuti poi abbassate la temperatura a 200°C e lasciate cuocere il pane per altri 30 minuti.
Sfornate e lasciatelo raffreddare sulla grata posizionandolo in verticale.

Potete trovare questa e tante altre ricette anche nella mia pagina Facebook 

A presto 🙂