rispettoScrivo “pedagogia del rispetto” perchè credo sia quasi necessario “insegnare a rispettare”.

Il termine “rispetto” che ben si affianca alla parola “educazione”.

Posto che parto da una spiccata sfiducia negli adulti di oggi (continuamente rinsaldata dagli eventi della quotidianità) mi piace, invece, credere nella formazione degli adulti di domani (i bambini). 

Click To Tweet

Tiziano Terzani 

È giusto insegnare a porre attenzione e riguardo verso chi percorre un tratto di vita accanto a noi, anche brevissimo.

È frequente pensare che,,spesso, non si riceve rispetto se no lo si ha dato. 

Esiste ancora per molti adulti la “Legge del Taglione” per cui se si ha ricevuto in questa misura si restituirà nella stessa misura. 

Il rispetto è, invece, un dono prezioso che offriamo a chi ci è vicino. Vale sempre la pena rivolgersi ad esso con riguardo. 

Dovremmo provare a dire ai “semi che germogliano”, i nostri bimbi, che rispettare chi gli sta intorno è quasi un dovere civile, poi anche umano e morale

Il rispetto dell’opinione altrui serve per evitare un contrasto e ,addirittura, un conflitto.

Di seguito ho raccolto alcune citazioni sul “rispetto” che ritengo più significative:

Rispetta il prossimo tuo come te stesso, e anche qualcosa di più.
Leonardo Sciascia

L’educazione è non il rispetto delle regole ma il rispetto degli uomini.
Anonimo

Nella disgrazia bisogna rispettare coloro che si sono rispettati nella grandezza.
Honoré de Balzac

Con la cortesia si ottiene tutto, anche il rispetto
Victor Hugo

Rispettiamo la libertà degli altri. Abbiamo a nostra disposizione un pezzo di mondo in cui possiamo muoverci liberamente.
G.D’Oria

L’amicizia ha due ingredienti principali: il primo è la scoperta di ciò che ci rende simili. E il secondo è il rispetto di ciò che ci fa diversi.
Peanuts

Non importa cosa ci riserverà il futuro e quali situazioni ci troveremo ad affrontare.
So che comunque vada, adesso e sempre.. l’uno sull’aiuto e il rispetto dell’altro, potrà contare
Anton Vonlight

 

Nella prassi quotidiana con tuo figlio sarebbe utile insegnare a rispettare chi gli sta accanto nel suo percoso di vita sin dai primissimi anni di vita.

Un bimbo deve imparare a rispettare,in primis, le figure genitoriali (dalla primissima infanzia molti sono i percorsi educativi in merito).

Una volta entrato nel mondo della scuola (dal nido in poi) debutta in “società” e allora ancor di più dovrà porre attenzione a chi lo affianca nel suo percorso di crescita: il rispetto del proprio compagnetto di classe, il rispetto verso un’autorità extra-genitoriale (la maestra, ad esempio).

Piccoli uomini e piccole donne crescono, con l’aiuto di un genitore che sia guida ferma e già consapevole di quanto importante sia educare il proprio figlio all’attenzione verso l’ “altro”..

Condividi su

6 Comments on Per una “pedagogia del rispetto”

  1. Angi
    22 gennaio 2016 at 12:49 (3 anni ago)

    Credo che il concetto di rispetto sia fondamentale nell’educazione di un bambino. Si dovrebbe insegnare al proprio figlio a portare rispetto per qualunque essere vivente e non vivente. I miei genitori mi hanno insegnato a rispettare tutti e tutto e mi auguro di riuscire a trasmettere questo principio anche a mio figlio!
    Un abbraccio,
    Angi

    Rispondi
    • oltrechemamma
      25 gennaio 2016 at 23:19 (3 anni ago)

      Sicuramente ci riuscirai, il buon esempio segna già la strada (vedi sopra). Buonanotte!

      Rispondi
  2. Francesca
    22 gennaio 2016 at 13:43 (3 anni ago)

    Bel post, tema fondamentale per l’educazione. Il rispetto è qualcosa di difficile da insegnare, soprattutto perchè la società di oggi è fortemente individualistica e diventa più difficile trovare il giusto equilibrio tra le nostre necessità e quelle degli altri. Comunque sarebbe bello poter far “respirare” il rispetto ai bambini attraverso l’esempio, perchè diventerebbe naturale e non solo insegnato

    Rispondi
    • oltrechemamma
      25 gennaio 2016 at 23:18 (3 anni ago)

      Exemplis discimus, l’esempio cardine dell’agire educativo a tutto tondo. Ecco perchè davvero noi “grandi” dobbiamo impiegare il massimo dell’impegno per insegnare e trasmettere l’essenza del termine rispetto. Grazie e buonanotte!

      Rispondi
  3. Mammayoga
    24 gennaio 2016 at 23:47 (3 anni ago)

    Hai messo in luce un valore che si tende forse a trascurare a favore dell’affermazione del sé un po’ egoistica oggi. niente in contrario con l’affermazione del sé, ma appunto quella sana, quella che non danneggia l’altro ma anzi. Grazie per i tuoi spunti sempre importanti!

    Rispondi
    • oltrechemamma
      25 gennaio 2016 at 23:15 (3 anni ago)

      Grazie a te che hai compreso bene il valore del termine in questione. Notte!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *