La dott.ssa Stefania Gargiulo biologa, etologa ed operatore SIUA  offre consigli sempre utili a chi possiede un cane che cura con dedizione e affetto. Questo il suo ultimo articolo: “Il tuo cucciolo e i bisognini”

Buona lettura!


Caro lettore,

l’ultima volta abbiamo parlato dell’arrivo del cucciolo in casa e come ospitarlo al meglio,oggi ti parlerò del “problema” dovuto ai bisognini che affligge inizialmente molte di noi.

C’è da precisare che un cucciolo prima dei 6 mesi ( età orientativa) non ha la capacità di trattenere poiché non ha il controllo degli sfinteri.

Come comportarsi?

  • la decisione più importante è quella se usare o meno le traversine, sono sicuramente comode anche se non è detto che il cucciolo impari facilmente o subito ad associarle al luogo dove fare i bisogni, ma allo stesso tempo stiamo insegnando al pet che puo’ fare pipì su di una stoffa e in alcuni casi ciò ha comportato che il cane generalizzasse e facesse pipì ad esempio anche sui tappeti
  • altra opzione è quella dei giornali, il problema è che molti cagnolini amano la carta (lo capirai col tempo quando inizierà a rubare fazzoletti incustoditi) e quindi potresti trovarti nella situazione in cui lui distrugge i giornali facendo diventare la loro distruzione un gioco vero e proprio
  • terza opzione, quella che consiglio ma che non a tutti fa piacere, ovvero non usare niente e portare pazienza, d’altra parte se hai scelto di adottare un cucciolo devi mettere in preventivo che la casa sarà invasa da tanto amore ma anche peli, zampate per terra e in un periodo iniziale anche dalla pipì e la pupù

Dopo aver compiuto questa scelta  devi sapere che le probabilità che il cane faccia la pipì sono più alte dopo: 

  •  aver dormito
  •  mangiato
  •  aver giocato

Cio’ puo’ essere utile nella misura in cui possa uscire di casa, oppure se opterai per traversine e giornali puoi condurlo su di essi e avrai buone possibilità di anticiparlo.

Quando fa i bisogni fuori casa o nei luoghi da te desiderati ( inizialmente all’aperto li tratterrà perché per lui significa aprirsi al mondo e lasciare un segno del suo passaggio-ci vuole un po’ di coraggio per il cucciolo-!) in quel caso premialo.

Come? Sia con una lode vocale non troppo enfatica da spaventarlo, sia con un premetto, questo rinforzerà il comportamento positivo.

Nel caso in cui il cucciolo non faccia i bisogni dove noi vorremmo non sgridarlo, non capirebbe e rimarrebbe solo un tuo sfogo che condurrebbe il pet in uno stato di frustrazione, talvolta i cuccioli neanche si rendono conto che stanno facendo la pipì!! 

Altra cosa importante è pulire in sua assenza in modo tale che lui non associ i suoi bisogni ad un modo per attirare l’attenzione ( non pulire con prodotti che contengono ammoniaca perché è la stessa molecola della pipì.. È come se gli dicessi falla qui!)!

Come con i tuoi figli devi accompagnarlo per mano a “togliere il pannolino” con pazienza e amore… vedrai che se lo condurrai sui giusti binari non avrai problemi in futuro.

bisognini

Condividi su

2 Comments on Il tuo cucciolo e i bisognini

  1. Mamma Today
    20 maggio 2016 at 9:52 (4 anni ago)

    Ricordo che con il mio primo cane fu un disastro all’inizio, non ne voleva sapere di traversine e giornali e faceva pipì ovunque! Poi dopo un po’ di tempo (e tanta pazienza) ha imparato ad uscire e il problema si è risolto.
    Con la cagnolina che ho ora invece è andata diversamente. Da subito è andata sulle traversine, senza che le dicessi nulla e dopo poco meno di due mesi aveva imparato a chiamare quando aveva bisogno di uscire.
    Ogni cane è a sé e, come dici giustamente tu, quando sono piccoli bisogna portare pazienza come quando si insegna ai propri figli a stare senza pannolino 🙂
    Un abbraccio,
    Angi

    http://www.mammatoday.com

    Rispondi
    • Dott.ssa Stefania Gargiulo
      20 maggio 2016 at 13:59 (4 anni ago)

      Cara Angi hai detto una cosa giustissima.. i cani sono esseri viventi e come hai detto tu ognuno ha una sua personalità, un proprio vissuto e un proprio modo di imparare… la tua esperienza non fa che sottolineare questo aspetto importantissimo.. e dalle tue parole capisco l’amore e l’impegno che hai messo per i tuo cuccioli… 🙂

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *