CIUCCIO, ecco la mia esperienza!

IMG_20150707_144400

Ciuccio si o ciuccio no, l’ eterno dilemma!!!

Vi voglio parlare dell’ esperienza con mia figlia, che possa essere d’ aiuto a quelle future/neo- mamme che hanno dubbi o domande al riguardo.

Al corso pre-parto a cui ho partecipato, si era affrontato il tema della SIDS (morte in culla) e a tal proposito mi era stato spiegato che l’ ultilizzo del ciuccio riduce il tasso di mortalità. In pratica il bambino succhiando non va incontro alle apnee notturne e non riesce a mettersi nella posizione prona ritenuta sbagliatissima!!! Per cui, ricordo bene, che alla fine del corso ero ben determinata a far si che mia figlia lo usasse quanto meno di notte!!!!

Poi quando è nata ho dovuto fare i conti con una bambina molto “affamata” e impaziente di mangiare, e lì l’ uso del ciuccio spesso mi ha proprio salvato, placando l’ animo di mia figlia e dando il tempo a me di prepararle il latte!!!

Momento coliche, un dramma!!! Puntualmente verso le nove mia figlia si contorceva dal dolore a causa delle colichette, non c’era posizione a noi conosciuta che le desse sollievo!!! Ammetto che in quei casi anche il ciuccio era poco d’ aiuto. Poi leggendo e parlando con altre mamme, ho comprato una linea di ciucci e tettarelle che, se usati regolarmente, aiutano a prevenire le coliche inquanto introducono meno aria. Ricordo benissimo che in borsa tenevo di scorta almeno una coppia di ciucci e posso affermare che era leggermente migliorata la situazione!!

Poi sono arrivati i dentini, e il ciuccio per lei è stato un valido alleato per superare il forte dolore che aveva in bocca. Lo girava e rigirava, masticandolo e grattandosi le gengive. Ho dovuto cambiare fin da subito la qualità del materiale perchè quelli al silicone li spezzava e faceva a pezzetti, mentre quello in caucciù si è  rivelato decisamente più robusto!

Nel corso del tempo ho sempre cercato di non darle l’ abitudine a tenerlo tutto il giorno. Quando me lo chiede, e vi posso garantire che ci sono giorni che lo fa di continuo, cerco di spiegarle che il ciuccio serve solo per la nanna e non quando si gioca !!! Di fatto adesso alla mattina è lei a darmelo e a dirmi “mamma no, ciuccio è nanna”. Quando è particolarmente stanca lo cerca disperatamente, c’è stato un periodo che ne teneva due in mano più quello in bocca!!! Per non parlare di quando è raffreddata e lo perde durante il sonno, diventa matta e mi chiama per aiutarla a cercarlo.

In sintesi, cercate di far si che non diventi un’ abitudine costante anche se, mi rendo conto, ci verrebbe da usarlo come “tappo” per non sentirli lamentare o urlare!!

A settembre mia figlia andrà alla materna e per quel momento dovremmo riuscire a toglierlo del tutto..sarà una bella sfida!

#mumtobe

Clicca mi piace alla mia pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna notizia

Ti potrebbe interessare anche :

http://blog.pianetamamma.it/mumtobe/bimbi-al-ristorante-consigli-sopravvivenza/

http://blog.pianetamamma.it/mumtobe/festa-del-papa-arrivo-un-regalo-semplice-pieno-amore/

http://blog.pianetamamma.it/mumtobe/festa-del-papa-arrivo-nostro-regalino/

Precedente BIMBI AL RISTORANTE, consigli di sopravvivenza! Successivo MASCHERINA DI PASQUA...in poche mosse realizzerete un simpatico coniglietto!

2 commenti su “CIUCCIO, ecco la mia esperienza!

    • mumtobe il said:

      Ciao mi dispiace ma ti sbagli, parlo solo della mia esperienza di mamma! Buona serata!

I commenti sono chiusi.