La storia della Befana e perché porta dolci ai bambini

La storia della Befana e perché porta dolci ai bambini

 « La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
con le toppe alla sottana
viva viva la Befana! »

La tradizione della festa della Befana deriva da una tradizione pagana, come gran parte delle feste che siamo soliti celebrare.

Nella tradizione pagana, la dodicesima notte dopo il solstizio invernale si celebrava la rinascita della natura. Gli antichi romani credevano che durante queste dodici notti, delle figure femminili ( di fatto la donna è il simbolo della fertilità) volassero sopra i campi coltivati per propiziarne la fertilità, e da qui nasce il simbolo della figura volante.

Quando poi la chiesa Romana iniziò a condannare tutte le credenze pagane, l’immagine di questa figura femminile che volava sui campi fù imbruttita a tal punto da assumere l’aspetto di una vecchia strega con le scarpe e i vestiti tutti rotti.

Con l’avvento del Cattolicesimo la figura della Befana fu accettata in una sorta di dualismo tra bene e male.

La Befana dunque oggi simboleggia l’inizio di un nuovo anno e il vecchio che se ne va.

La tradizione di distribuire dolci ai bambini che si erano comportati bene è stata introdotta solo durante il regime fascista, quindi è una tradizione abbastanza recente.

Quando ero bambina la figura della Befana mi intimoriva, e quandi andavo a letto volentieri sperando di non vederla. Per tutta la notte non volevo alzarmi per paura di incontrarla. Si la aspettavo per i dolci, ma allo stesso tempo avevo un gran timore.

Ho deciso allora di raccontare ai miei bambini la favola della befana rivisitando le tradizioni pagane, narrandogli quindi come da giovane ragazza che volava sui campi era diventata la dolce vecchietta che non aveva più la forza per farlo e allora ha deciso di lavorare solo una notte per portare dolci ai bambini.

Insomma ne ho dato la mia interpretazione.

Quanto alle calze quest’anno ho scelto le calze di Dolci preziosi .

Sono disponibili nelle versioni di Ben10, Glimmies, Shimmer&Shine, Dragon Ball, YoYo.

Queste calze hanno un costo ridotto e sono disponibili in tutti i supermercati.

Ho scelto queste perché i prodotti Dolci preziosi  sono fatti con  ingredienti di qualità e perché siccome è festa anche per me i loro dolci sono tra i miei preferiti e mi ricordano i giorni felici della gioventù! Chi può fare a meno dei Big Babool?

A mio avviso sono le calze con contenuto più goloso!

Volete vedere il contenuto? Eccolo qui!

 

E voi che calze sceglierete?

Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Mammansia, Instagram Mammansia_chica

Precedente Ferdinand la storia che parla dell'importanza di essere se stessi Successivo Quando anche le mamme piangono

Lascia un commento

*