Intervista alla Fotografa Paola Stella

Eccomi qua con un post preannunciato! Ci tengo molto a farvi conoscere Paola, la splendida fotografa che ha ritratto la nostra famiglia un mese fa.

Desideravo un ricordo che comprendesse anche i nostri Minnie, Frosty, Lili e Penny…. Ovvero gatti e cane! Non è facile trovare un fotografo che sia in grado di fotografare animali e bambini con una naturalità tale da far sentire tutti a proprio agio! 


Paola è così: fantasticamente empatica!

Quindi eccomi qui con una intervista rivolta proprio a lei!

Ciao Paola! Grazie di aver accettato questa intervista!

Vuoi raccontarci un pò di te? Come mai hai scelto di diventare una fotografa?

Ciao Paola MammaModelloBase, grazie a te per questa intervista.

A volte penso di non aver scelto di diventare fotografa, ma che la fotografia abbia scelto me! Perché mi rende così felice che non potrei farne a meno.

Come per la maggior parte dei fotografi ho iniziato per caso, ho continuato per passione e poi ho deciso che volevo fare questo, solo questo, ogni giorno! 

Inoltre credo molto nella fotografia come mezzo per preservare i ricordi: oggigiorno col cellulare tutti facciamo centinaia di foto, ma quante vengono stampate, quante di queste hanno un reale valore, quante vengono salvate e conservate?

Un servizio fotografico dà un valore a queste immagini, è un momento scelto, vissuto con gioia… e poi affidarsi ad un professionista regala immagini di miglior qualità, naturalmente.

In particolare, come mai hai impostato il tuo lavoro pensando non solo alle famiglie ma soprattutto agli animali?

Come appunto già detto, credo molto nel valore della fotografia come ricordo, quindi il mio obiettivo è che le immagini siano naturali. Chiedo che mi si possano dedicare almeno un paio d’ore, vado a casa del cliente e faccio da spettatore a quello che accade: bambini o animali che giocano, bimbi che mangiano il gelato, mici o cani che riposano sul divano, proprio nel loro angolino preferito… cerco di cogliere le espressioni dolci, buffe e intense, cercando al limite di portare l’azione in una zona di luce interessante 

Confesso che quel che mi ha attratto a te è stato proprio il tuo amore e il tuo rispetto verso gli animali.

Hai animali tuoi?

Certamente! Ho tre gatti, Leonida, Chloè e Rudy, che sono i miei più assidui modelli e ho avuto un cagnolino per tanti anni e, ora che non c’è più, ogni volta che vedo una sua foto ricordo il perchè amo il mio lavoro… 

Ti è mai capitato di trovare cani o gatti “ostili”? Come hai fatto per produrre belle foto?

Fortunatamente ho una certa empatia naturale con gli animali, probabilmente se non l’avessi avuta non avrei scelto di specializzarmi in questo tipo di fotografia.

Non mi sono mai capitati animali ostili, ma una volta una bimba si!!! Aveva la luna storta e continuava a piangere… in questi casi si cerca prima di capire se si riesce a risolvere la situazione, altrimenti semplicemente si rimanda il servizio, non ha senso tormentare dei bambini e comunque non porterei a casa un buon lavoro.

I gatti invece talvolta sono guardinghi, quindi bisogna semplicemente armarsi di buona pazienza e aspettare che si abituino a me e alla macchina fotografica, al contrario invece i cani talvolta sono troppo esuberanti e quindi occorre attendere che si calmino, per riuscire a fotografarli.

Hai mai lavorato con animali con convenzionali, tipo animali esotici, serpenti o simili?

Ho fotografato dei pappagallini e un coniglietto e mi piacerebbe un sacco fotografare un serpente! 

Sei bravissima anche con i bambini: ho visto i miei che con te si sono molto divertiti e aspettavano con curiosità le tue foto. 

Come ti organizzi quando i bambini sono timidi? Ti è mai capitato che si rifiutino di fare le foto?

Prima in parte ho già risposto a questa domanda… Pazienza è sempre la risposta! Se sono timidi occorre dolcezza, conquistarsi la loro fiducia, magari mostrando qualche scatto nella macchina fotografica o interagendo cercando di capire quali sono i loro interessi.

Un’altra delle caratteristiche che mi ha colpito di te è che consegni tantissime foto! Rispetto ai tradizionali servizi mi sono ritrovata con tantissimi scatti! Come mai hai deciso di mantenere in consegna un numero così alto di scatti? Noi lo abbiamo apprezzato tantissimo!

Proprio perché parto dal concetto che il mio obiettivo non è fare IL ritratto (anche se ce ne saranno sicuramente) ma raccontare un pomeriggio.

Sei stata anche presso la mia sede di Laboratori per Bambini a Vicenza (My PlayLAb) poiché desideravo delle foto originali per l’ottavo compleanno della mia Principessa. Ti era mai capitato di fare delle fotografie durante una festa di Compleanno? Ho visto che le bambine ti hanno ben accolta!

Si, ho fatto dei servizi per compleanni, ma sono stati di bimbi più piccoli o di diciottesimi! Ogni età porta ad un modo diverso di vivere la festa ed è molto interessante coglierne gli aspetti diversi

Paola, ti ringrazio tantissimo per questa intervista e lasciamo a chi ci legge i tuoi recapiti nel caso volessero contattarti in quasi tutta Italia 🙂

Grazie mille!

Il mio sito, dove si possono vedere molti lavori, divisi per argomento, è www.paolastella.it

La mia email è info@paolastella.it

Il mio numero di cellulare 335/433616

Instagram @paolastellaphoto

Facebook https://www.facebook.com/paolastellaphotographer/

Precedente Una fotografa per tutta la famiglia…cani e gatti compresi!