Crea sito

Neogenitori: dieci consigli pratici

Neogenitori: dieci consigli pratici.

Ovvero – Neogenitori: come sopravvivere alle prime settimane da NeoMamma e NeoPapà.

“Neogenitori: dieci consigli pratici” è, in un certo senso, il sequel del piccolo decalogo dedicato ai papà: se non lo avete letto, vi consiglio di dargli un occhio!!

Per sopravvivere alle prime settimane col neonato non serve molto, ma essendo usa situazione totalmente nuova, è chiaro che rischia di mettere sotto pressione anche il più Zen dei Neogenitori.

Una volta passate, nell’ordine, l’emozione dell’attesa, la folgorazione del primo incontro e il rodaggio in ospedale, il neonato, chiavi in mano, se ne torna a casetta con mammina e papino.

Il primo durissimo step è rappresentato dal caricamento in auto della  carrozzina: accertatevi che il neopapà sia riuscito a fare delle prove pre-ritiro del pupo! 😉

Ma addentriamoci nella questione.

Consigli pratici per neogentori:

  1. KEEP CALM: Adottate un Mantra che sia d’aiuto: un problema alla volta, e ripetetevelo ogni volta che vi sentiti caricati di una nuova incombenza.
  2. Abbiate fiducia nelle vostre capacità di genitori e lasciate perdere chi deve per forza propinarvi il suo metodo per la qualunque, come il migliore in assoluto: ognuno ha un metodo che è in assoluto il migliore per se stesso e il proprio bambino, PUNTO.
  3. Munitevi, senza eccedere nelle quantità, di quanto necessario per le prime primissime cure casalinghe che fornirete al piccolo  e di ciò che servirà a voi(pannolini misura nanica, pasta per il cambio, salviette. E tra le cose che “non si sa mai”: ciuccio. Per voi: assorbenti e detergente intimo a ph acido). Se a casa dovrete medicare il cordone ombelicale, fatevi dare dal personale sanitario una lista di quanto necessario per la medicazione, in modo che il papà possa acquistare il tutto prima del vostro rientro a casa.
  4. Fate una piccola ricerca per capire quali supermercati\negozi  dalle vostre parti forniscono la consegna a domicilio per la spesa e registratevi al servizio. Ricevere direttamente a casa la spesa ha diversi vantaggi: primo tra tutti, scegliamo tutto noi senza rischiare che il nostro adorato ma smemorato compagno si dimentichi qualcosa che per noi è fondamentale; quindi non portiamo alcun peso e, per finire, evitiamo di trascinarci il piccolo in giro per luoghi troppo frequentati, dove, soprattutto nella stagione fredda, potrebbe rischiare di prendere qualche malanno.
  5. Non rifiutate l’aiuto di mamme e suocere: fatevi preparare pranzo o cena, fatevi dare una mano a fare le lavatrici, stendere, pulire casa… qualunque aiuto, soprattutto all’inizio, va benissimo: sempre che la presenza di altre persone non vi dia noia. Piccola accortezza, potrebbe essere quella di evitare che il papà, al rientro dal lavoro, trovi sistematicamente ad accoglierlo la suocera… il supporto va bene, la presenza eccessiva no.
  6. Non lasciate troppo da sola la neomamma: il BabyBlues potrebbe essere dietro l’angolo. Serve sostegno, comprensione, affetto!
  7. Limitate le visite e createvi il vostro spazio, la vostra routine: datevi tempo per conoscervi meglio e conoscere meglio il vostro bambino… è un momento vostro!!
  8. Se avete la possibilità di farvi aiutare qualche ora da una signora che fa le pulizie, ancora meglio: il tempo libero che avrete a disposizione, in questo modo, non sarà speso a passare l’aspirapolvere!
  9. Se sono mesi che valutate la possibilità di un abbonamento ad una tv on demand (Sky Cinema, confesso, è stata la salvezza delle mie notti in allattamento), è il momento giusto! Niente salva più le notti di una mamma che allatta, di un abbonamento TV di livello! E sono sicura che ne saprà beneficiare anche il papà, o sbaglio?
  10. Non vergognatevi di chiedere aiuto a medico\ostetriche\pediatra\nonni\amici… è normale avere dei dubbi, li abbiamo avuti tutti!!

Siete più tranquilli?

Ma siI!! Sono sicura che sarete bravissimi!!! 🙂

 

 

mammacheshock

Mammina sempre piena di entusiasmo e assolutamente innamorata della vita! #maridiamocisu - Ovvero, storie di un ordinario tentativo di essere una mamma bella, brava, attenta; una compagna curata e premurosa; una lavoratrice dedita alla sua professione; una donna brillante sempre e comunque: praticamente Mary Poppins!

You may also like...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: