Crea sito

In pensione dopo 5 anni di lavoro: ci sto!


In pensione dopo 5 anni di lavoro è una proposta, a mio avviso più che onorevole che mi piacerebbe fosse follemente sostenuta!

Dal momento che alla pensione non ci arriverò mai:

  • quando toccherà a me, per come stanno andando le cose, serviranno come minimo 50 anni di contributi e 80 anni anagrafici.
  • semmai dovessi arrivarci, prenderò talmente poco che morirò di stenti di lì a breve.
  • sono ottimisticamente certa che sarò stesa anche io ben prima di intravedere la luce in fondo al tunnel!

Mi sembra giusto che per una volta si vada incontro alle esigenze della popolazione attiva.


VANTAGGI DELLA PROPOSTA: in pensione dopo 5 anni

In questo modo si otterrebbero diversi vantaggi, sia per i singoli che per la collettività:

  • Recupero del tempo dedicato alla vita vera
  • Individui soddisfatti in grado di porsi più serenamente ed in modo pro-attivo verso la società
  • Maggiore flessibilità lavorativa
  • Aumento dei posti di lavoro, dovuto alla necessaria alternanza

Vi sembro matta? Forse, in effetti, questa proposta è un po’ folle, ma chi di voi non aderirebbe in tempo reale?

In pensione dopo 5 anni: fantastico!

Io, giuro, non me lo farei ripetere due volte!!

Beh, ovviamente, cambierei anche l’età pensionabile ‘finale’, ovvero: a un certo punto, ad una certa età, tutti DEVONO andare in pensione.

E non lo dico solo per gli individui in questione, ma anche per i luoghi di lavoro nel loro complesso.

Accade, infatti, che a vecchi dirigenti corrispondano vecchi modi di operare, vecchie dinamiche ingessate, vecchi meccanismi intrisi di clientelismo e immobilismo, vecchi sistemi operativi non più idonei in una società evoluta, senza contare il sentimento di dipendenza che lega alcune società a talune cariatidi… Mai sentito il motto ‘Tutti utili e nessuno indispensabile?”

E riempiamole queste bocciofile!

Abbiamo sempre fatto così

“Abbiamo sempre fatto così” è lo specchio di questi sistemi cui mi riferisco e che, inevitabilmente, dopo tanti anni nello stesso ruolo ed in una stessa società divengono una certezza per il personale.

Questa abitudine, o pigrizia intellettuale è quello contro cui dobbiamo combattere e che 5 anni di meritata pensione potrebbero stimolarci ad eliminare.

Dopo essere stati in pensione, torneremmo ai nostri 5 anni di lavoro più carichi e motivati, pieni di idee e con tanta voglia di metterci in gioco… Quantomeno motivati dai prossimi 5 anni di pensione che ogni giorno sono più vicini!

Allora che si fa? Aderite anche voi alla proposta di alternanza lavoro/pensione?

In pensione dopo 5 anni di lavoro…

Io direi: dove devo firmare?!

In pensione dopo 5 anni

 

mammacheshock

Mammina sempre piena di entusiasmo e assolutamente innamorata della vita! #maridiamocisu - Ovvero, storie di un ordinario tentativo di essere una mamma bella, brava, attenta; una compagna curata e premurosa; una lavoratrice dedita alla sua professione; una donna brillante sempre e comunque: praticamente Mary Poppins!

You may also like...

2 Responses

  1. Silvia scrive:

    Dove devo firmareeeee?!?!? Ma magari, non oso nemmeno immaginare lo standard qualitativo che guadagnerebbe la mia vita!!