Crea sito

Baby Blues: parliamone di più!

Baby Blues?

Forse alcune di voi, sentendo parlare di Baby Blues, non solo non hanno la minima idea di quello a cui ci riferiamo, ma immaginano cestoni pieni di CD in offerta… Sarebbe bello, ma aimè, questa volta, si tratta di qualcosa di un po’ più serio e che può capitare, anzi, che spesso capita, una volta tornate a casa col proprio piccolino.

Baby Blues é quel senso di inadeguatezza che può colpire le neomamme una volta che, dopo le dimissioni dall’ospedale, si ritrovano effettivamente sole con il proprio piccolo.

Senso di inadeguatezza rispetto alla responsabilità di doversi prendere cura di un piccolo che dipende totalmente da noi!

Baby Blues: a me é successo!

Devo dire che, personalmente, in ospedale mi sentivo totalmente a mio agio: personale gentile e competente, pranzo e cena già pronti e anche piuttosto buoni, nessuna incombenza casalinga da seguire… Diciamo che mi sembrava una mezza vacanza!

Una volta tornata a casa, però, l’idillio si é trasformato in una sorta di timore: timore di non stare facendo le cose per bene, timore di non medicare il cordone nel modo corretto, timori sulla correttezza dell’attaccamento del pupo al seno, timori sulla quantità della produzione del latte materno…

Insomma, non ero più sicura di niente…

Oltretutto, lo sconvolgimento ormonale post-parto mi faceva sentire come una leonessa con i cuccioli: mai nella vita mi ero sentita così vicina al mondo animale come nelle settimane successive alla nascita del mio bambino!

Chiunque lo tenesse in braccio per più di 5 (lunghissimi) minuti, mi mandava fuori di testa!!

E non parliamo delle crisi di pianto: dal punto di vista razionale, ero perfettamente cosciente di quanto stava accadendo: sapevo che era tutto normale, che capitava a molte, che potevo parlarne con delle care amiche che ci erano passate, ma tutta quella carica ormonale era davvero difficile da gestire!!

Pensate che addirittura spiegavo il fenomeno al mio fidanzato, tentando di spiegargli che non ero impazzita…

Insomma, non un momento semplicissimo.

La buona notizia é che in pochi giorni, almeno il senso di inadeguatezza abbinato alle crisi di pianto dovrebbe sparire.

ALLERTATE I PAPÀ: Se riuscite, avvertiteli per tempo, in modo che, se dovesse accadere anche a voi, siano preparati e possano aiutarvi nel migliore dei modi, starvi vicino e rassicurarvi!!

Credo che non si parli abbastanza di questo fenomeno, e credo,invece, che sia importante alzare la mano e dire: “É successo anche a me”, forse in questo modo, altre mamme potranno sentirsi un po’ meno sole!!

mammacheshock

Mammina sempre piena di entusiasmo e assolutamente innamorata della vita! #maridiamocisu - Ovvero, storie di un ordinario tentativo di essere una mamma bella, brava, attenta; una compagna curata e premurosa; una lavoratrice dedita alla sua professione; una donna brillante sempre e comunque: praticamente Mary Poppins!

You may also like...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: