Sapone fai da te

Vi svelo un segreto:ho prodotto la lisciva nei giorni scorsi non tanto per le pulizie ma…per fare il sapone!!!

(in questo post il procedimento per preparare la lisciva)

Da tanto tempo volevo cimentarmi nell’arte della saponificazione ma l’idea di usare la soda caustica non mi allettava.

La lisciva ha le stesse proprietà della soda caustica e per fare il sapone ho utilizzato solo lisciva e olio extravergine d’oliva! per aromatizzare il tutto avevo della citronella in giardino e l’ho aggiunta all’impasto.

Forse con questo post aiuterò tante mamme con bambini allergici che non sanno più come fare per detergere in maniera naturale i loro piccoli. Forse potrà essere utile a tanti altri che, come me, cercano sempre un’alternativa a saponi e detergenti industriali. Forse farà sorridere. Perchè di serto fare la lisciva comporta 2 ore di ebollizione, un lungo procedimento di filtrazione e una notte di riposo. Però volete mettere? Io mi sento un pò una streghetta che, finalmente, è riuscita a far quagliare la “pozione magica”!

Ho navigato per la rete in lungo e in largo e ho trovato la ricetta adatta a me nel sito flag of the planet earth e l’ho seguita pedissequamente.

100 ml  lisciva
200 ml di olio
aromi (io ho usato la citronella del mio giardino)

“Mettere 100ml di lisciva nella pentola (che avete destinato per la preparazione del sapone). Aggiungere 200 ml di grasso chiarificato o oli vegetali o in proporzione alla quantità di sapone che desiderate fare, rispettando in ogni caso la percentuale di Una parte di lisciva e Due di grassi.
Portare a ebollizione a fuoco lento la miscela, mescolando di tanto in tanto in maniera uniforme e sempre nella stessa direzione. Continuate a far bollire a fuoco lento finché la miscela diviene densa, gommosa e spumeggiante. La miscela è sufficientemente gelatinosa, quando noterete che il vostro mestolo o bastone lascia una scia dietro si se. A questo punto, togliere la pentola dal fuoco e lasciarla raffreddare.”

Bisogna aspettare qualche tempo per far indurire il tutto…io l’ho provato e mi piace troppissimo…e poi volete mettere la soddisfazione????!!!!
Ecco anche la mattonella di sapone!

Precedente La lisciva di cenere Successivo Zolle a Roma consegna le merci in bicicletta

5 commenti su “Sapone fai da te

  1. Mi sembra molto strano che con soli 100 ml di lisciva (non proprio concentrata) tu sia riuscita a saponificare 200 ml di grassi.
    Avevo letto che per rendere la lisciva di cenere in grado di saponificare bisogna cuocere la cenere, filtrare, rimettere nuova cenere, ricuocere, rifiltrare. Questo fino a quando il liquido raggiunge un’adeguata quantita di potassa in grado di saponificare.
    Dove hai trovato la ricetta?

  2. Ciao! Sto cercando di fare il sapone anche io. Ho già prodotto la lisciva ed ora sto cercando un metodo per profumare e colorare le saponette finali. Ho letto che con la soda basta fare un decotto con le erbe che interessano e sostituirlo all’acqua durante la cottura, ma con la lisciva non è previsto l’uso di acqua. Come posso profumare le mie saponette con rosmarino e limone se non attraverso il decotto? Grazie!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.