Ritorno a scuola: la parola d’ordine è gradualità

COME RIPRENDERE LA ROUTINE SCOLASTICA SENZA TRAUMI

Ritorno a scuola: la parola d’ordine è gradualità

Tra poco più di una settimana saremo tutte impegnate nella preparazione di grembiuli e cartelle in vista del rientro a scuola delle bambine e dei bambini ed in questi ultimi giorni possiamo fare molto per aiutarli a riprendere gli impegni scolastici ed extrascolastici con serenità. La parola d’ordine è gradualità.

LEGGI ANCHE: Occorrente per la scuola dell’infanzia

BACK TO SCHOOL

Dopo 3 mesi di vacanze la campanella sta per suonare di nuovo. Ho permesso a Matteo di prendersi tutte le vacanze con ritmi inconsueti: siamo andati sempre a letto tardi, abbiamo mangiato ad orari improbabili, ci siamo goduti ogni singolo momento, l’ho mandato spesso a dormire dai nonni o dagli zii e in vacanza gli ho lasciato molta libertà di autogestirsi.

Ma adesso è arrivato il momento di lasciare i dolci ricordi delle vacanze e tornare ad immergersi nella routine dell’autunno o dell’inverno.

TABLET  SMARTPHONE E PC

Durante le vacanze ho lasciato che Matteo giocasse di più con i dispositivi tecnologici, lui vede poco la tv e preferisce guardare video su youtube. Da domani il tempo che potrà passare davanti agli apparecchi sarà limitato, come sempre, ad un’ora, al massimo un’ora e mezzo.

RITMI SONNO-VEGLIA

La cosa più complicata da gestire sarà l’orario per andare a dormire: durante le vacanze siamo andati a letto anche all’una di notte. Da stasera cercheremo di andare a dormire un po’ prima, intorno alle 22:30 fino ad arrivare a domenica prossima in cui l’orario della nanna sarà, tassativamente, le 21. Questo perché Matteo, bambino insonne fino alla soglia dei tre anni, adesso dorme come un ghiro.

ATTIVITÀ EXTRASCOLASTICHE

Non ricominceremo nessuna attività fino ai primi giorni di ottobre. Abbiamo deciso di frequentare un corso di teatro, inglese e uno sport da scegliere tra le arti marziali. La scelta è stata determinata da diversi fattori: il corso di teatro per rafforzare dialettica, sicurezza in se stessi, memoria, concentrazione, attenzione e superare la paura di parlare in pubblico, inglese perché c’è un corso pomeridiano cambridge proprio nella scuola che frequenterà e lui ha già il primo attestato, e un’arte marziale perché disciplina, autodifesa, regole e impegno vanno sempre rafforzati come concetto!

ALIMENTAZIONE

Sappiamo che la colazione è importante… ma noi qualche volta la saltiamo per la fretta. Quest’anno, per il ritorno a scuola, mi impegno a farla tutte le mattine. A scuola di Matteo si fa colazione dopo le 10 e stare a stomaco vuoto tutto quel tempo non aiuta la concentrazione. A cena cercherò di essere puntuale per le 19:30 prediligendo proteine animali, vegetali e verdura.

COMPITI DELLE VACANZE

Se anche voi, come noi, siete alle prese con le ultime pagine dei compiti per le vacanze, cercate di far decidere direttamente alle bambine e ai bambini quando farli e come. E non retrocedete di un passo alla lamentela “tanto la maestra non li controlla” i compiti vanno fatti e finiti.

PER APPROFONDIRE: Occorrente per la prima elementare

 

Precedente Torta giapponese con 3 ingredienti: la ricetta semplicissima Successivo Attività extrascolastiche: come sceglierle

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.